Azioni Enel, comprare o vendere? Le considerazioni degli analisti

0
1062
enel

Conviene comprare azioni Enel o è meglio optare per la vendita? Da inizio anno ad oggi il titolo ha guadagnato poco più di due punti decimali nelle sue sessioni di Borsa. Le azioni dell’azienda, infatti, hanno chiuso il 2016 con un valore di 4.19 euro, mentre ad oggi le stesse vengono scambiate a 4.27 euro.

Può sembrare un salto in avanti di poco conto. Tuttavia va considerato il fatto che a febbraio la società ha toccato i suoi minimi, per cui la quotazione di Enel in realtà è andata meno peggio di quanto si sarebbe potuto pensare: rispetto ai minimi di un mese fa, l’azienda ha recuperato più dell’11% riportandosi velocemente verso i 3.80 euro e dirigendosi ben presto in area 4 euro.

Il recupero c’è stato, è vero, ma è anche vero che pure il tonfo di febbraio è stato un dato di fatto. Per cui, come regolarsi con le azioni Enel? Conviene comprarle oppure no? A questo proposito gli analisti hanno fornito dei loro pareri, peraltro discordanti: c’è insomma chi ritiene sia il caso di comprare e chi non è tanto ottimista e rivede quindi al ribasso il target price delle azioni Enel.

Azioni Enel: i pareri degli analisti

Sia Goldman Sachs che MainFirst Bank hanno suggerito che comprare azioni Enel potrebbe ancora essere buona cosa, ma al tempo stesso i risultati economici della società hanno costretto Goldman a modificare al ribasso il target price del titolo, passandolo da 5.5 a 5.4 euro. Più neutrali invece gli analisti di MainFirst Bank, i quali hanno ribadito la loro posizione terza, pur rivedendo comunque al rialzo il target price delle azioni da 4.08 a 4.25 euro.

Sulla questione si sono espresse anche Barclays e Banca IMI. Secondo gli analisti di Barclays è il caso di confermare sia il prezzo obiettivo che il rating delle azioni Enel, per cui il prezzo obiettivo in questo caso è rimasto 5 euro, mentre il rating è stato confermato a overweight.

Per quanto riguarda Banca IMI, invece, secondo il suo parere non varrebbe la pena comprare il titolo Enel, ma non si lo dovrebbe neanche vendere: confermando il prezzo obiettivo a 4.5 euro per azione, Banca IMI ha detto in pratica di conservare in portafoglio le azioni Enel e di rimanere fermi così, almeno per il momento, in attesa che vi siano sviluppi più chiari.

Prevale in sostanza un sentimento più scettico nei confronti di Enel, a dispetto del recupero che c’è comunque stato nel corso dell’ultimo mese.

LEAVE A REPLY