Cambio euro dollaro: nulla è più come prima

0
464
cambio euro dollaro

Gli analisti iniziano ad avere qualche timore per via della tendenza di cui si sta rendendo protagonista il cambio euro dollaro. Il rialzo del cross delle ultime ore, infatti, sembra ormai limitato: non ci sarebbero più le condizioni per pensare che il rally possa proseguire sulla sua corsa. Il cambio infatti è in ribasso e gli investitori statunitensi, consci della situazione che si sta profilando, stanno acquistando in blocco le azioni europee anche grazie alle quotazioni favorevoli.

E’ sostanzialmente questo il quadro dipinto dallo strategist di Deutsche Bank George Saravelos: “All’euro è accaduto qualcosa di strano in questi ultimi mesi – ha scritto Saravelos in una nota diffusa pochi giorni fa -. Non è un caso infatti se i driver tradizionali che di solito spiegano la price action siano praticamente scomparsi di punto in bianco”.

Il modello di correlazione con i flussi di capitale sviluppato dalla Detusche Bank, che include tassi di interesse, spread dei titoli di Stato dell’Europa meridionale e altri differenziali, sembra tracciare una sorta di “zona di allarme”.

Le correlazioni tra euro e dollaro infatti sono ai minimi e ciò suggerisce che gli investimenti di capitale provenienti da fuori abbiano determinato l’andamento valutario che abbiamo visto in questi ultimi periodi. Gli investitori stranieri, in pratica, hanno rivisto i loro piani operativi perché convinti dal miglioramento dei dati economici Ue e dall’alleggerimento del rischio politico (divenuto tale grazie alla vittoria di Macron in francia, all’affermarsi di Corbyn in Uk e alle buone speranze che ci sono su una riconferma di Angela Merkel alla guida della Germania).

Alla luce di tutti questi dati e di una profonda analisi, secondo la banca tedesca, che ricordiamo essere la quinta più attiva nel trading valutario, il cambio euro dollaro non riuscirà ad andare oltre quota 1.15. Il range previsto è compreso quindi tra 1.05 e 1.15, con i driver tradizionali che tornano a giocare un ruolo chiave.

LEAVE A REPLY