Multe salatissime e misure anti evasione per chi non paga il biglietto

0
33
biglietto evasione

Tra viaggiatori e pendolari c’è sempre chi ogni tanto cerca di fare il furbo evitando di pagare il biglietto o comprandolo senza però timbrarlo. Per ovviare a quello che, in questi ultimi tempi, sta diventando sempre più un problema, sono state approvate delle misure di emergenza volte a dissuadere gli eventuali “furbetti”, rientrando così dei tantissimi soldi persi durante l’anno. È questo quanto prevede la bozza della manovra-bis che tra le misure urgenti da applicare, ha quella di un’innalzamento delle multe in grado di raggiungere anche i 200 euro per ogni singola corsa non pagata.

Un regolamento che inasprirà le sanzioni raddoppiando i controlli ed occupandosi, tuttavia, di garantire i diritti dei cittadini, cercando così di giungere ad una svolta definitiva sul problema dell’evasione tariffaria. Per i mezzi cancellati o con un ritardo superiore ai 60 minuti i passeggeri potranno infatti pretendere un rimborso. A fronte di ciò, dovranno però esibire il biglietto convalidato e, in caso contrario, accettare una multa che potrà essere più che salata visto che dalla nuova legge è prevista una sanzione pari anche a 60 volte il costo del biglietto.

Regole più aspre che andranno di pari passo con metodi per certi vesti drastici ma ritenuti necessari. Uno tra questi l‘installazione di telecamere all’interno dei mezzi di trasporto o sulle banchine. Lo scopo è quello di poter usare eventuali video come prova dell’avvenuta evasione. Dopotutto, come cita il testo stesso della manovra: “I gestori dei servizi di trasporto pubblico, possono affidare la prevenzione, l’accertamento e la contestazione delle violazioni anche a soggetti non appartenenti agli organici del gestore, qualificabili come agenti accertatori”.

Vita non più facile per i pendolari che fino ad oggi avevano cercato di rientrare delle spese, evitandosi qualche biglietto di troppo. Dopotutto sapere che basterà un solo errore per trovarsi a dover pagare fino a 200 euro potrebbe essere davvero il motivo che mancava loro per tornare a rispettare la legge. Pertanto, molto meglio “filare liscio” d’ora in avanti se non si vorrà andare incontro a qualche “spiacevole incontro”!

LEAVE A REPLY