Litecoin e IOTA, grafici a confronto

0
Litecoin IOTA a confronto

Nella seguente analisi, metteremo a confronto due criptovalute ovvero Litecoin e IOTA. Ciò che andremo a fare è analizzare come si stanno muovendo le due criptovalute da un mese a questa parte.

 

Cominciamo con Litecoin (immagine in alto): analizzando il grafico daily osserviamo che il breakout avvenuto il giorno 08 dicembre 2017 con volumi in aumento di area 103$ (linea viola orizzontale) aveva dato la spinta ai prezzi verso l’alto. Dopo aver raggiunto i top in area 375$ le quotazioni hanno avuto una fisiologica correzione che si è accentuata con il famoso crollo del 22 dicembre. In questo momento i prezzi si trovano “ingabbiati” in una fase laterale di breve termine (linee rosse orizzontali) che sta facendo registrare volumi in discesa costantemente sotto la media (rettangolo blu). Litecoin è disponibile per il trading sulla piattaforma eToro.

Passiamo a IOTA.

Analizziamo ora IOTA: anche su IOTA possiamo osservare il breakout avvenuto con volumi in aumento il giorno 28 novembre 2018 in area 1,06$ (linea blu orizzontale). Da qui i prezzi sono partiti al rialzo fino ad arrivare ad area 5,80$ per poi correggere in maniera accentuata. In questo momento i prezzi, si stanno muovendo in una fase laterale di congestione (linee viola orizzontali) con volumi molto bassi costantemente sotto la media (rettangolo arancione). IOTA è disponibile per il trading sulla piattaforma IQ Option.

Litecoin e IOTA a confronto

A questo punto,  ci siamo accorti che i movimenti di Litecoin e di IOTA nell’ultimo periodo sono stati molto simili.

Cosa aspettarci per il futuro circa queste due criptovalute? A nostro avviso il breakout definitivo con volumi in aumento di area 312$ circa per Litecoin e di area 4,65$ circa di IOTA potrebbe fornire la spinta ai prezzi verso importanti movimenti rialzisti. Viceversa il breakdown definitivo e con volumi in aumento di area 201,50$ per Litecoin e di area 2,81$ per IOTA potrebbe dare la spinta ai prezzi verso importanti movimenti ribassisti. Ricordiamo a tal proposito che le fasi latrali anticipano importanti ed accentuati movimenti. A nostro avviso, nelle suddette criptovalute il breakout è più probabile di un breakdown.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento. Ricordiamo, inoltre, che le criptovalute sono soggette ad un’alta volatilità.

SHARE
Previous articleCardano Dollaro, in forte storno
Next articleBitcoin, mattinata tra news buone e cattive
Francesco Terzano nasce a Campobasso il 30/05/1989. Laureato in Economia Aziendale e specializzato in Imprenditorialità e Innovazione. Ha collaborato con la Società di Intermediazione Mobiliare Ruffo&Partners. Trader da circa 5 anni è anche titolare di uno studio commerciale presso la sua città natale