Fare trading con Fineco: servizi, costi e caratteristiche

0
fineco bank
Le opzioni binarie e digitali sono vietate in Europa. I contenuti relativi ad opzioni restano in archivio a solo scopo informativo. Se non sei un cliente professionista, ti invitiamo a valutare il Trading Forex, CFD o Criptovalute

Fineco è una delle piattaforme di trading più autorevoli d’Italia. Sul mercato ormai dal 2004, consente di fare trading esattamente come una qualunque altra piattaforma come 24option. Ma vediamo meglio cosa offre e in cosa riesce a distinguersi dagli altri attori che operano nel suo stesso mercato.

Chi è Fineco Bank

La piattaforma di trading Fineco è proprietà di FinecoBank S.p.A., una banca multicanale che fa parte del gruppo Unicredit e che allo stato attuale vanta più di un milione di clienti. Si tratta a tutti gli effetti di una delle realtà più grandi e importanti sul fronte della consulenza finanziaria, con all’attivo più di 2.600 personal financial advisors, una raccolta netta pari a 3.6 miliardi di euro e la bellezza di 21 miliardi di patrimonio (dato aggiornato al 2016). Inoltre, da poco tempo a questa parte Fineco è approdata anche in Borsa, con un titolo che è ormai parte integrante di Piazza Affari.

In più di una occasione Fineco ha ottenuto i suoi meritati premi. Il suo portale è stato eletto per più volte come “miglior sito web dell’anno”, mentre nel 2016 è stato insignito come miglior portale del settore “attività bancarie e investimenti”. Nel 2015 il Boston Consulting Group ha premiato la banca online ritenendola la banca al mondo che più è cresciuta grazie allo strumento del passaparola. E tanto per non farsi mancare nulla, la sua applicazione ufficiale ha ottenuto un riconoscimento del Sole 24 Ore, che nel 2012 l’ha premiata con il premio “WWW”.

Insomma, su Fineco sono piovute diverse attestazioni di merito che anno dopo anno ne hanno confermato la solidità, la praticità e l’innovazione rese a misura di utente.

Cosa offre la piattaforma di trading Fineco

Tanto per cominciare, Fineco consente di negoziare diversi strumenti, come ETF, opzioni binarie, futures, forex, fondi e altro ancora. Il suo raggio d’azione copre la bellezza di 26 mercati e di 50 diverse tipologie di valute. Anche solo da questi primi dati si può dunque evincere la preparazione e la solidità con cui Fineco si presenta ai suoi potenziali utenti. Per operare in Fineco si può fare affidamento a quattro diverse piattaforme.

Powerdesk: questa piattaforma guarda fondamentalmente a un tipo di trading tradizionale, quindi permette di investire sia in modalità reale che in modalità demo, oltre che di beneficiare di un servizio di assistenza piuttosto funzionale, specie per chi è alle prime armi. Powerdesk offre tanti strumenti volti a rendere l’esperienza di trading quanto più efficiente e appagante, per cui aspettatevi pure di trovare dati forniti in tempo reale, grafici personalizzabili e così via. Il limite di questa piattaforma, se così lo si può definire, è che la sua fruibilità è stata prevista solo ed esclusivamente da PC (quindi non contate di poterla utilizzare su smartphone o tablet).

Powerdesk 2: come dice il numero 2, questa piattaforma nasce come un’evoluzione della precedente. Rispetto alla prima versione della Powerdesk, infatti, questa propone in aggiunta un book verticale a 10 livelli e grafici professionali che consentono di accedere ai dati storici dell’ultimo quinquennio.

Mobile trading: nei punti precedenti abbiamo fatto cenno all’impossibilità di usare la piattaforma Powerdesk su mobile, ma questo non significa che Fineco non abbia previsto neanche uno strumento per il trading mobile. Se Powerdesk è stata progettata per i computer tradizionali, la piattaforma mobile trading guarda invece a chi vuol usare Fineco da smartphone o tablet, indipendentemente dal sistema operativo equipaggiato (che sia Android o iOS, quindi, non fa differenza).

Logos: questa piattaforma è la più versatile e completa perché al contrario delle precedenti non si sviluppa solo ed esclusivamente per un tipo di realtà, ma si adatta tanto al discorso computer quanto su scala mobile. Questa è quindi la piattaforma ideale per chi vuol fare trading con CFD e con le opzioni binarie in modo semplice, immediato e flessibile.

I vantaggi della piattaforma trading Fineco

Da questa presentazione non si evincono i vantaggi della piattaforma di trading Fineco, anche perché di realtà che offrono gli strumenti che abbiamo appena visto ce ne sono molte! Di conseguenza vale la pena concentrarsi un attimo su quei vantaggi che Fineco può vantarsi di avere.

Fineco intanto permette di aumentare il proprio potere di acquisto fino a 20 volte grazie alla cosiddetta marginazione, e per accontentare coloro i quali vogliono un’esperienza di trading quanto più spensierata, offre anche un sistema di ordini automatici (mai sentito parlare di Stop Loss e Take Profit?). Se volete ricevere notizie in tempo reale, poi, il programma vi tiene costantemente aggiornati via SMS.

E poi ancora, grafici di ogni tipo (dalle candele giapponesi fino alle chart, e dai multicharts alla vista spread); trading con più valute contemporaneamente (dollari americani, sterline, franchi svizzeri, euro…), e portafoglio remunerato, vale a dire che con Fineco potete anche prestare i vostri titoli e ottenere in questo modo una remunerazione in più sul vostro portafoglio!

Molto interessante anche la possibilità di potersi rivolgere ai Fineco Centers dislocati in tutte le regioni d’Italia, così come la figura del personal financial advisor che di fatto è un tutor personale che fornisce assistenza tecnica ma anche supporto all’investimento.

Quanto costa fare trading con Fineco

Per quanto riguarda i costi, Fineco, al contrario di tanti altri broker, prevede una sorta di canone di abbonamento mensile. E’ vero anche però che non si tratta di un broker così come lo intendiamo tutti quanti noi, perché Fineco di fatto è una vera e propria banca!

La piattaforma di trading Powerdesk ha un canone mensile di 19.95 euro e va pagata indipendentemente dal tipo di trading che si andrà a fare. Perciò che si scelga il trading binario, che si scelgano i CFD, le azioni o gli ETF, non fa differenza: pagato quel canone mensile, le possibilità di investimento saranno molteplici e liberamente accessibili.

Certo è che se si sceglie di fare trading con le azioni, per esempio, si avranno dei costi aggiuntivi rispetto al fare trading con le opzioni binarie, in quanto le azioni vengono possedute realmente a fronte di un loro acquisto, mentre le opzioni binarie e i CFD sono strumenti che non esistono concretamente e che servono solo a fare speculazione. Quindi i 19.95 euro mensili servono per avere l’accesso alla piattaforma di trading e alle sue funzioni, ma poi, a seconda di quello che si vorrà fare, ci potranno essere delle spese extra da sostenere.

Qualche esempio? Per azioni e obbligazioni Fineco applica delle commissioni che vanno dai 2.95 ai 19 euro, con una spesa precisa che varia a seconda di come e di quanto si fa trading. Per quanto riguarda i derivati finanziari come futures e opzioni binarie, in questo caso si fa un chiaro distinguo a seconda del mercato di destinazione e si fa anche una differenziazione a seconda del volume di affari movimentato. Ci sono quindi diverse tariffe per diversi casi pratici, ma la finestra va comunque da un minimo di 1.95€ per lotto fino a un massimo di 9.95€ per lotto.

Dopo di che ci sono i CFD Forex che non prevedono alcun tipo di commissione, quanto invece uno spread fisso di 3 pips. Occhio però perché sono presenti dei costi aggiuntivi, come un addebito del 2.95% del controvalore di carico della posizione. In termini pratici significa che se aprite 2.000 euro di posizione, che con un effetto leva 1:20 diventano 40.000, e se tenete aperta quella posizione per un mese circa, tra una cosa e l’altra finirete col pagare interessi per qualche centinaio di euro, a cui vanno peraltro aggiunti gli interessi variabili.

Fare trading con Fineco conviene oppure no?

Da tutto ciò possiamo dire che fare trading con Fineco non è estremamente conveniente dal punto di vista economico, ma avrete così tanti strumenti a disposizione e un’assistenza continua tali da farvi vivere un’esperienza di trading ineccepibile e professionale.

Anche per quel che riguarda il discorso economico ci sarebbe comunque da approfondire la questione, perché è vero che Fineco ha dei costi più alti rispetto a molti suoi concorrenti, ma è vero anche che offre diversi servizi in più rispetto alla media: dall’assistenza clienti, per l’appunto, fino a corsi di formazione, approfondimenti costanti, consulenza e numerosi strumenti di trading. Insomma, ci sono dei pro e dei contro che fareste bene a valutare (tra i contro annoveriamo per esempio la totale assenza delle piattaforme Metatrader 4/5, così come le tasse applicate sulle posizioni overnight).

Diciamo in buona sostanza che se i costi di Fineco si abbassassero anche solo un po’, non vi sarebbero dubbi sulla sua convenienza (che a quel punto sarebbe una convenienza a 360 gradi!).