XRP di Ripple stabile sopra 1$ per la prima volta dopo gennaio

0
XRP di RIpple sopra quota 1 dollaro

XRP, la terza valuta digitale per capitalizzazione creata da Ripple, è stabilmente sopra quota 1 dollaro per la prima volta da gennaio. Sebbene il giorno 10 abbia ottenuto un exploit che lo ha fatto arrivare a 1,17$, è successivamente sceso sotto la quota tonda, per poi tornarci più stabilmente dal giorno 12 su tutte le exchange in cui è presente.

Alle 7:45 di oggi, martedì 13 febbraio, il cambio Ripple Dollaro segna quota 1,06 stando alle quotazioni CoinMarketCap, che offre una media delle quotazioni di numerose exchange in cui sono quotati gli XRP.

Progettata per pagamenti internazionali e trasferimenti di denaro, XRP ha registrato un forte rally negli ultimi tre mesi, arrivando da 0,20$ a 3,31$ prima di natale e successivamente cadere fino a 0,56$ al 6 febbraio (esattamente una settimana fa). Quindi, in una settimana ha segnato un rialzo del +100% circa.

Una volatilità di cui tiene conto la stessa Ripple, che detiene 55 miliardi di token (unità di ripple), ovvero più della metà dell’intera quota disponibile. Infatti, la stessa Ripple ha cercato di prendere le distanze dai mercati speculativi di criptovalute che hanno causato le fortissime fluttuazioni di prezzo.

I vertici di Ripple, inoltre, hanno più volte chiarito che XRP non è una criptovaluta bensì un asset digitale, che non va confusa quindi con altre criptovalute. Infatti, non si tratta di una valuta, poiché non si può utilizzare in alcuna attività per comprare qualcosa, ma usata per fini più tecnici. Gli XRP infatti sono utilizzati da Ripple per offrire liquidità alle istituzioni (ma non per trasferimenti internazionali).

Da evidenziare che negli ultimi giorni il progetto di Ripple, la sua tecnologia, è stata sposata da altre grandi società. Oggi Ripple può contare su oltre 100 clienti per i suoi programmi di prova, tra cui il Banco Santander, la Britain’s Standard Chartered, Western Union e MoneyGram.

Di questi nuovi test abbiamo parlato nell’articolo riguardante il Banco Santander e ieri a proposito del mercato delle rimesse UAE, poiché anche una grande exchange degli Emirati Arabi Uniti ha deciso di adottare il network di pagamenti in tempo reale.

Va anche precisato che nella grande maggioranza dei progetti in cui le società hanno deciso di adottare le soluzioni di Ripple (la società), non sono stati inclusi gli XRP.

Sebbene la quotazione di XRP abbia visto un ottimo incremento di valore quest’ultima settimana, è ancora ben lontana dai valori di inizio anno.