Home Blog Page 76

Credit Suisse: trimestrale soddisfacente, ma il taglio dei costi non si ferma

0
credit suisse

Trimestrale al di sopra di ogni aspettativa per Credit Suisse Group. La banca svizzera si fa vanto di un utile a dir poco sorprendente nel terzo trimestre 2016. In miglioramento infatti tutte le unità principali del gruppo, ma nonostante ciò l’amministratore delegato Tidjane Thiam ha intenzione di non fare sconti sul piano di taglio dei costi e dei posti di lavoro.

Elezioni Usa, recupero di Donald Trump: Borsa in tensione

0
Donald Trump

Manca appena una settimana al voto che eleggerà il nuovo presidente degli Stati Uniti d’America. Negli ultimi giorni i due candidati alla Casa Bianca si sono lanciati nuove accuse, ma è su Hillary Clinton che sono emerse le novità più importanti: l’apertura di un’indagine Fbi sul caso email gate sta contribuendo a far risalire Donald Trump in quegli stessi sondaggi che, fino a pochi istanti prima, lo vedevano in netto svantaggio nei confronti della candidata dem.

Mps verso il risanamento: Morelli in Qatar, ma il titolo affonda

0
monte paschi di siena

L’amministratore delegato di Monte dei Paschi di Siena Marco Morelli è impegnato nella preparazione dei roadshow finanziari: di qui a breve bisognerà presentare infatti il piano industriale e il progetto di ricapitalizzazione a tutti gli investitori (o potenziali tali).

Eni, trimestre in rosso: 560 milioni di perdite. In 9 mesi, -1.4 miliardi

0
eni

Nel terzo trimestre del 2016 Eni ha registrato una perdita di 0.56 miliardi (-66%) a causa del peggioramento dello scenario che ruota attorno al prezzo del petrolio. A comunicarlo è stato lo stesso gruppo petrolifero, che dando annuncio dei dati ha aggiunto anche che nei nove mesi il risultato netto è in perdita per 1.39 miliardi.

Twitter salta in Borsa dopo la trimestrale, ma i piani non cambiano

0
Twitter

Le azioni di Twitter hanno subito un salto in alto nel pre-mercato di Wall Street nei minuti successivi alla pubblicazione della trimestrale. I dati fotografati dal rapporto di Twitter hanno sorpreso infatti tutte le aspettative degli analisti, ed è proprio in virtù di questa sorpresa che il titolo è riuscito ad essere scambiato a quota 17.30 dollari per azione.

Prezzo del Petrolio, nuova diminuzione: troppi fattori in contrasto

0
petrolio

Il prezzo del petrolio sembra non trovare proprio pace, tanto è vero che nella sessione odierna è tornato a scendere sotto la soglia dei 50 dollari al barile. Il prezzo del greggio è tornato a scendere principalmente a causa di un report dell’American Petroleum Institute (API) che ha parlato di un aumento delle forniture di 4.8 milioni di barili nell’arco di questa settimana.

Luxottica vola in Borsa: la trimestrale premia

0
luxottica

Le azioni Luxottica hanno preso il volo a Piazza Affari già nei minuti immediatamente successivi la pubblicazione della trimestrale. Nel corso della giornata odierna le azioni del gruppo hanno viaggiato su percentuali davvero molto buone, toccando nel pomeriggio la soglia del +4% (superata comunque nelle sedute precedenti). Ma da cosa è nato questo netto apprezzamento?

Cessione Pioneer: passi indietro per Poste Italiane, avanza Amundi

0
pioneer

La francese Amundi si trova nella posizione migliore per mettere le mani su Pioneer, la controllata di Unicredit attiva nel risparmio gestito che la stessa Unicredit ha annunciato da tempo di voler cedere.

Renault-Nissan acquisisce Mitsubishi: cosa accade ora?

0
nissan mitsubishi

Nissan, nota azienda automobilistica che fa parte del gruppo Renault, ha annunciato di aver completato l’acquisto del 34% di Mitsubishi Motors per un controvalore pari a 237 miliardi di yen (pari a circa 2.1 miliardi di euro). L’amministratore delegato di Nissan-Renault Carlos Ghosn diverrà così il nuovo presidente di Mitsubishi Motors, mentre Hiroto Saikawa assumerà il ruolo di co-CEO della Nissan.

Equitalia, si cambia: condono su interessi e sanzioni

0
equitalia

La Legge di Bilancio 2017 sancisce una volta per tutte l’abolizione di Equitalia e la contestuale apertura di un’era tutta nuova, un’era in cui il nuovo ente di riscossione dei tributi avrà un approccio totalmente diverso nei confronti di coloro che devono dei soldi al Fisco. Come preannunciato dal premier Matteo Renzi e poi confermato dal viceministro dell’Economia Zanetti, la manovra finanziaria ha reso ufficiale una volta per tutte l’eliminazione di sanzioni e interessi di mora maturati sulle tasse evase.