Home Blog

Cambio Euro Dollaro, ancora forza per il dollaro

0
Cambio Euro Dollaro, ancora forza per il dollaro
Grafico EURUSD di Tradingview

Nella nostra analisi tecnica del 28 settembre 2018 sul cambio euro dollaro avevamo posto l’attenzione dei nostri lettori sul fatto che qualche giorno prima c’era stata la conferenza del governatore della Fed che ha annunciato il rialzo dei tassi di interesse americani già ampiamente scontato dal mercato. Il cross euro dollaro si era mosso leggermente verso il basso con conseguente apprezzamento della moneta americana. Inoltre, nei giorni precedenti il cambio aveva provato più volte ad attraversare al rialzo la media mobile a 200 periodi senza successo (frecce viola). Avevamo concluso dicendo che a nostro avviso nel breve termine le quotazioni del cross euro dollaro si sarebbero mosse verso il basso con conseguente apprezzamento da parte del dollaro. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione a quota 1,16.

Cambio Euro Dollaro, ancora forza per il dollaro

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni del cambio euro dollaro come ci aspettavamo sono continuate a scendere e la moneta europea si è continuata ad indebolire nei confronti di quella americana.

Cambio Euro Dollaro, che direzione?

A nostro avviso i prezzi del cross euro dollaro potrebbero continuare a scendere. Tuttavia il cambio è molto influenzato dalle news e dalle decisioni delle banche centrali. La tendenza del cambio è ribassista. Nel ricordare che i cambi non sono altro che dei rapporti matematici, suggeriamo di fare sempre attenzione al money management.

Nel momento in cui scriviamo il cross euro dollaro batte quota 1,14. Sul cambio euro dollaro si può negoziare anche tramite la piattaforma di trading online Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Netflix, fase discendente

0
Azioni Netflix, fase discendente
Grafico NETFLIX di Tradingview

Nella nostra precedente analisi tecnica del 21 giugno 2018 sulle azioni Netflix avevamo evidenziato a tutti i nostri lettori che Le quotazioni sono continuate a salire raggiungendo nuove vette fino a quota 419,50$ con volumi in aumento, mostrando ancora la sua grande forma. Avevamo concluso dicendo che a nostro parere il titolo, probabilmente, aveva bisogno di rifiatare e per chi non era in posizione si sarebbe potuto attendere uno storno prima di intraprendere operazioni sul titolo. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione a quota 416,76$

Azioni Netflix, fase discendente

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni delle azioni Netflix hanno fatto registrare inizialmente un piccolo ritracciamento. Successivamente hanno compiuto un doppio massimo (frecce blu), pattern di inversione del trend principale. Tale pattern è stato confermato dopo la rottura ribassista con volumi in aumento di area 380,00$ circa dando vita ad un forte candela ribassista (cerchio viola). Da qui dopo un millimetrico pullback dal basso verso l’alto i prezzi sono continuati a scendere rompendo al ribasso tutte le medie mobili esponenziali.

Azioni Netflix, si scenderà ancora?

A nostro avviso le quotazioni delle azioni Netflix potrebbero continuare a scendere fino ad area 260,00$ circa. Ciascun trader/investitore deciderà se come e quando intraprendere operazioni su tale titolo. I mercati azionari in questo momento sono in leggera difficoltà.

Nel momento in cui scriviamo l’azione Netflix batte quota 286,21$. Il titolo Netflix è disponibile sulla piattaforma di trading online CFD Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Ferrari, nuovi minimi di periodo

0
Azioni Ferrari, nuovi minimi di periodo
Grafico FERRARI di TradingView

Nella nostra precedente analisi tecnica del 17 ottobre 2018 sulle azioni Ferrari avevamo evidenziato a tutti i nostri lettori che le quotazioni del titolo avevano fatto registrato un fisiologico e prevedibile ritracciamento che appunto ci aspettavamo tornando verso area 105,70€ e guadagnando il 6,60% in una sola giornata di contrattazione. Avevamo concluso dicendo che rimanevamo fermi sulla nostra view ed a nostro avviso le quotazioni delle azioni Ferrari nel brevissimo sarebbero potute ancora salire ma la tendenza rimaneva ribassista almeno fino ad area 110,00€. Nel medio termine, quindi, ci potevano aspettare una discesa dei prezzi. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione a quota 105,70€.

Azioni Ferrari, nuovi minimi di periodo

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni del titolo come ci aspettavamo sono inizialmente salite e successivamente si sono mosse verso il basso allontanandosi dalla media mobile esponenziale a 20 periodi e perdendo dalla nostra precedente analisi circa il 9%.

Azioni Ferrari, cosa attendersi?

A nostro avviso le quotazioni delle azioni Ferrari potrebbero continuare a scendere anche fino ad area 90,00€ circa. Continua dunque la fase di debolezza da parte del titolo. Ciascun trader/investitore deciderà se e come operare su tale azione. Ricordiamo sempre di prestare attenzione al money management e all’uso degli stop loss.

Nel momento in cui scriviamo l’azione Ferrari batte quota 98,00€. Il titolo Ferrari è disponibile per il trading online sulla piattaforma CFD Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Fiat Chrysler Automobiles, fase laterale di breve

0
Azioni Fiat Chrysler Automobiles, fase laterale di breve
Grafico Fiat Chrysler Automobiles di Tradingview

Nella nostra precedente analisi tecnica del 31 luglio 2018 sulle azioni Fiat Chrysler Automobiles avevamo evidenziato a tutti i nostri lettori che i prezzi del titolo inizialmente erano andati verso l’alto, ma successivamente dopo la morte dell’amministratore delegato Sergio Marchionne erano crollati perdendo in una sola giornata di contrattazione circa il 16%. Tale ribasso, inoltre, aveva fatto violare al ribasso con volumi in forte aumento l’ex supporto. Eventi come la morte ovviamene non si possono prevedere, da qui l’importanza di utilizzare sempre gli stop loss. Avevamo concluso dicendo che, a nostro avviso, fin quanto i prezzi delle azioni Fiat Chrylser Automobiles sarebbero rimaste al di sotto di area 15,72€ la tendenza di breve termine sarebbe stata ribassista. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione.

Azioni Fiat Chrysler Automobiles, fase laterale di breve

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni del titolo hanno ritestato dall’alto verso i basso l’ex supporto che avevamo individuato divenuto ora resistenza, dando origine a due millimetrici pullback (frecce rossa). Da qui i prezzi si sono mossi in una fase laterale evidenziata sul grafico che ha come supporto statico area 13,00€ e come resistenza statica area 15,70€.

Azioni Fiat Chrysler Automobiles, dove andranno?

A nostro avviso la direzione della fuoriuscita dei prezzi dalla fase laterale fornirà con buone probabilità la direzione futura delle quotazioni. Tuttavia, a nostro parere sarà più probabile una fuoriuscita ribassista. Attendiamo sempre le conferme da parte del mercato senza mai anticiparlo.

Il titolo Fiat Chrysler Automobiles è disponibile per il trading online sulla piattaforma di trading CFD Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Nvidia, test sull’EMA a 100 periodi

0
Azioni Nvidia, test sull'EMA a 100 periodi
Grafico NVIDIA CORP di TradingView

Nella nostra precedente analisi tecnica del 05 settembre 2018 sulle azioni Nvidia avevamo sottolineato a tutti i nostri lettori che le quotazioni del titolo americano non avevano rotto con volumi in forte aumento la barriera statica che avevamo individuato ma i prezzi erano comunque continuati a crescere facendo aggiornare i propri massimi storici ed arrivando fino a quota 285,00$ e facendo registrare un guadagno di 6 punti percentuali dalla nostra precedente analisi. Avevamo concluso dicendo che i prezzi dell’azione Nvidia non sembravano voler arrestare la propria tendenza bullish, per cui le quotazioni sarebbero potute continuare a salire fino a prova contraria. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione.

Azioni Nvidia, test sull'EMA a 100 periodi

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni delle azioni Nvidia, dopo aver raggiunto nuovi top di sempre, hanno compiuto un forte storno che, su base daily, ha infranto al ribasso tutte le medie mobili esponenziali compresa quella a 200 periodi. Tuttavia, i volumi ribassisti di tale ritraccciamento non sono eccessivamente forti.

Azioni Nvidia, test sull'EMA a 100 periodi

Su base weekly, invece, possiamo osservare un millimetrico test che i prezzi hanno compiuto sulla media mobile esponenziale a 100 periodi (cerchio viola). Dunque solo prese di profitto?

Azioni Nvidia, cosa attendersi?

A nostro avviso i prezzi delle azioni Nvidia da questi valori potrebbero riprendere a muoversi verso l’alto. Tuttavia facciamo attenzione sempre all’uso degli stop e al money management per preservare il capitale. La nostra metodologia è quella di seguire il trend di mercato e per ora la tendenza è ancora rialzista.

Nel momento in cui scriviamo il titolo Nvidia batte quota 204,80$. Il titolo NVIDIA è disponibile per il trading online sulla piattaforma di trading CFD Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Coca Cola, new record!

0
Azioni Coca Cola, new record!
Grafico COCA-COLA di TradingView

Analizzando le azioni Coca Cola attraverso un grafico weekly per mezzo di candele cumulate heikin ashi possiamo osservare il forte trend bullish che i prezzi del titolo stanno percorrendo dal lontano 2009 ad oggi; una tendenza rialzista decennale, dunque, quella dell’azione americana. Tale trend rialzista ha fatto registrare alle quotazioni una performance positiva del 166% circa. Durante la salita non sono mancati fisiologici ritracciamenti che però non hanno cambiato lo scenario rialzista del titolo. Infatti, durante questi anni l’azione è scesa sempre solo temporaneamente al di sotto della media mobile esponenziale a 200 periodi, segnale di ottima forza da parte di Coca Cola. Il titolo nella scorsa settimana ha violato al rialzo i vecchi top di sempre.

Azioni Coca Cola, new record!

Analizzando le azioni Coca Cola attraverso un grafico daily per mezzo di candele classiche possiamo osservare più da vicino l’ultima impennata che i prezzi dell’azione hanno compiuto portandosi, come detto prima, in territori inesplorati fino alla scorsa settimana. I nostri indicatori sono tutti in area positiva.

Azioni Coca Cola, e adesso?

A nostro avviso nel breve/brevissimo termine potremmo assistere ad un ritracciamento da parte delle quotazioni Coca Cola che le farebbe riavvicinare alla media mobile esponenziale a 20 periodi. Nel medio termine, invece, a nostro parere le quotazioni potranno continuare a muoversi verso l’alto facendo registrare nuovi massimi storici. Ciascun trader/investitore deciderà se come e quando operare sul titolo Coca Cola. Ricordiamo che l’azione è quotata in dollari per cui prestiamo attenzione anche al rischio cambio.

Il titolo Coca Cola è disponibile per il trading online sulla piattaforma di trading CFD Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Mcdonald’s, arriva il breakout

0
Azioni Mcdonald's, arriva il breakout
Grafico MCDONALD'S di TradingView

Nella nostra precedente analisi tecnica del 09 novembre 2018 sulle azioni Mcdonald’s avevamo posto il focus dei nostri lettori sull’interessante tendenza bullish di medio/lungo periodo che le quotazioni del titolo stavano percorrendo dal 2013 ad oggi. Avevamo aggiunto che i prezzi delle azioni Mcdonald’s si trovavano a ridosso di un’importante resistenza statica posizionata in area 178,00$ evidenziata sul grafico con la trendline viola e che il titolo si trovava a ridosso dei massimi di sempre. Avevamo concluso dicendo che a nostro avviso, un eventuale breakout netto definitivo della resistenza statica individuata avrebbe potuto fornire un forte segnale di forza. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione.

Azioni Mcdonald's, arriva il breakout

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni delle azioni Mcdonald’s hanno rotto al rialzo in maniera netta e definitiva la resistenza statica che avevamo individuato facendo registrare nuovi top di sempre. Inoltre, dalla nostra precedente analisi tecnica i prezzi hanno fatto registrare una performance positiva del 5% nel giro di 4 sedute di contrattazione.

Azioni Mcdonald’s, ancora verso l’alto?

A nostro avviso le quotazioni del titolo Mcdonald’s potrebbero continuare a salire anche nelle prossime sedute di contrattazione. Il trend dell’azione, infatti, è saldamente impostato al rialzo. I nostri indicatori, infine, sono tutti in area positiva.

Nel momento in cui scriviamo l’azione Mcdonald’s batte quota 184,43$. Il titolo McDonald’s è disponibile per il trading online sulla piattaforma di trading CFD Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Future Btp, a che punto siamo?

0
Future Btp, a che punto siamo?
https://www.loraquotidiano.it/analisi-tecnica/future-btp-rottura-del-testa-e-spalle-08-06-2018

Nella nostra precedente analisi tecnica del 08 giugno 2018 sul future btp avevamo posto l’attenzione dei nostri lettori sul testa e spalle, pattern di inversione del trend principale, ai cui le quotazioni avevano dato vita. Nella precedente settimana di contrattazione tale figura era stata confermata dopo la rottura ribassista e con volumi in forte aumento della neckline ovvero la linea del collo. Era nato un nuovo trend bearish. Avevamo aggiunto che il breakdown della linea del collo era avvenuta in maniera netta e definitiva e successivamente i prezzi l’avevano ritestata dal basso verso l’alto dando origine ad un millimetrico pullback. Avevamo concluso dicendo che, a nostro avviso, la discesa dei prezzi nel medio termine sarebbe potuta continuare con un conseguente aumento dei rendimenti da parte dei nostri Btp ma che comunque non erano escluse correzioni fino ad area 130,00€.

Future Btp, a che punto siamo?

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni del future btp dopo aver raggiunto in maniera millimetrica l’area che avevamo individuato di 130,00€ sono continuate a scendere facendo registrare nuovi minimi fino a quota 118,00€ circa, abbondantemente sotto tutte le medie mobili esponenziali.

Future Btp, cosa attendersi?

A nostro avviso nel breve/brevissimo termine il rimbalzo dei prezzi del future btp potrebbe continuare, mentre nel medio termine assisteremo ad una continuazione della tendenza ribassista. Ciascun trader/investitore deciderà se come e quando operare su tale strumento.

Nel momento in cui scriviamo il Future Btp batte quota 121,98€. Sul future BTP si può negoziare tramite i CFD della piattaforma di trading online Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Campari, siamo in profitto

0
Azioni Campari, siamo in profitto
Grafico CAMPARI di TradingView

Nella nostra precedente analisi tecnica del 23 ottobre 2018 sulle azioni Campari evidenziavamo a tutti i nostri lettori che i prezzi del titolo Campari avevano proseguito il loro ritracciamento verso il basso arrivando fino a testare in maniera millimetrica il supporto dinamico ascendente di medio periodo senza breakkarlo al ribasso (freccia viola). Da lì i prezzi erano rimbalzati verso l’alto in linea con la propria tendenza di fondo. Avevamo concluso dicendo che i prezzi dell’azione Campari nella fase di ritracciamento avevano violato al ribasso tutte le medie mobili. Tuttavia, fin quanto i prezzi si mantenevano al di sopra del supporto, per il titolo Campari ci sarebbe potuto essere spazio per salire. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione.

Azioni Campari, siamo in profitto

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni delle azioni Campari, come ci aspettavamo, sono continuate a salire facendo registrare dalla nostra precedente analisi tecnica oltre 10 punti percentuali. In particolare nell’ultima seduta di contrattazione, il titolo rompendo al rialzo l’ultima media mobile ha fatto registrare volumi in forte aumento segno di un interessamento a Campari da parte di investitori istituzionali.

Azioni Campari, si salirà ancora?

A nostro avviso, nelle prossime sedute di contrattazione le quotazioni delle azioni Campari potrebbero continuare a muoversi verso l’alto raggiungendo area 7,50€. Ciascun trader/investitore deciderà se come e quando operare su tale titolo. Ricordiamo sempre l’importanza del money management e dell’uso degli stop loss.

Nel momento in cui scriviamo le azioni Campari battono quota 7,105€. Il titolo Campari è disponibile per il trading online sulla piattaforma CFD Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Moncler, +5,20% in una sola giornata

0
Azioni Moncler, +5,20% in una sola giornata
Grafico MONCLER di TradingView

Nella nostra precedente analisi tecnica del 25 ottobre 2018 sulle azioni Moncler avevamo posto l’attenzione dei nostri lettori sul fatto che le quotazioni del titolo, come ci aspettavamo, erano continuate a scendere fino a testare in maniera millimetrica la media mobile a 100 periodi sul grafico weekly che era funta da ottimo supporto respingendo le quotazioni verso l’alto. Avevamo concluso dicendo che a nostro avviso nel breve termine i prezzi si sarebbero potuti muovere verso l’alto e che era molto importante l’uso degli stop loss e l’attenzione verso il money management. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione a quota 30,43€.

Azioni Moncler, +5,20% in una sola giornata

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni delle azioni Moncler, come ci aspettavamo, sono salite nel breve termine breakkando al rialzo la media mobile esponenziale a 20 periodi con volumi in aumento. Adesso i prezzi hanno davanti due importanti resistenze rappresentate dalle medie mobili esponenziali a 100 e 200 periodi.

Azioni Moncler, quale futuro?

A nostro avviso fin quanto i prezzi saranno al di sotto di area 36,50€ circa la tendenza primaria sarà ribassista. Tuttavia nel breve termine a nostro avviso ci potrebbe essere spazio di salita fino a a 35,00€ circa. Molto importante, come detto, sarà osservare il comportamento dei prezzi a ridosso delle medie mobili esponenziali. Ciascun trader/investitore deciderà come operare.

Nel momento in cui scriviamo l’azione Moncler batte quota 32,40€. Il titolo Moncler è disponibile sulla piattaforma di trading online Markets per il trading di CFD.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.