Home Blog

Trading online, quali sono i rischi?

0
Quali sono i rischi nel trading online più comuni per i principianti

Il trading online è una pratica ormai consueta da diversi anni in Italia. Negli ultimi tempi, si sono rafforzate le misure a tutela dei clienti e soprattutto dei principianti, con la suddivisione dei conti in “retail” e “professionali”.

Tale suddivisione stabilisce che per chi non ha un determinato grado di esperienza di trading, non si possa operare con leve finanziarie superiori a determinati tetti fissati dalla direttiva MiFID. Per il Forex, ad esempio, vi è il tetto della leva 1:30, mentre per le azioni la leva massima è di 1:10. Il valore della leva dipende dal grado di volatilità di una determinata categoria di mercato.

Nell’ultimo periodo, le forme di tutela si sono concretizzate maggiormente, andando effettivamente a vedere se la suddivisione dei clienti fosse stata applicata alla lettera.

Ma quali sono i rischi nel trading online più comuni, per i quali si stanno attuando tutti questi meccanismi di tutela?

Il principiante che vuole sfondare subito col trading online

Nel trading online occorre esperienza e costanza per avere la possibilità di vedere dei risultati nel tempo. In caso contrario, sarà molto difficile non incorrere in perdite.

A tal proposito, le nuove normative hanno anche stabilito che per i conti retail, il saldo del conto di trading non possa scendere sotto lo zero. Alcuni broker già presentavano questa caratteristica, altri no. Quindi, oggi solo i conti professionisti potrebbero (nel caso fosse possibile) scendere sotto lo zero.

Ebbene, in tanti quando iniziano si credono dei geni della finanza, convinti di poter sfondare facilmente con le proprie previsioni. Questo entusiasmo iniziale porta molto spesso a delle prime perdite veloci.

L’unico rimedio contro tale errore è quello di iniziare seguendo delle guide di trading online con degli esempi pratici e che riportino le giuste informazioni per iniziare senza fare il passo più lungo della gamba.

Il sito di trading che promette la gloria senza far niente

Purtroppo negli ultimi anni è esploso uno strano fenomeno, che ha visto la nascita di siti a dir poco ambigui, che promettono guadagni straordinari senza far niente o meglio, effettuare un deposito per poi aspettare che i soldi piovessero dal cielo.

A tutti è capitato di imbattersi in siti con quei video con un testimonial che ha guadagnato centinaia di migliaia di euro in pochi giorni, senza far niente (pur restando fedele alla propria cameretta IKEA economica, in cui le riprese venivano fatte).

Innumerevoli siti/sistemi fatti con lo stampino, che hanno puntato tutto sull’ingenuità di chi cerca mezzi semplici per procurarsi del denaro, o peggio, per recuperarlo.

Questi siti, fortunatamente, sono facilmente riconoscibili per via delle grandi promesse e grandi sogni che propongono senza alcun ritegno. Inoltre, gli stessi siti hanno utilizzato anche dei testimonial famosi a loro insaputa. Hanno fatto scalpore, a tal proposito, i servizi di Striscia la Notizia, ma anche articoli su siti specializzati in trading online che invece si adeguano continuamente a tutte le normative e direttive del settore.

Alcuni consigli utili per iniziare senza salti nel buio

Per iniziare a fare trading online, quindi, è importante innanzitutto scegliere un broker regolamentato sicuro. I siti dei broker offrono dei servizi, non promesse di guadagno. Quando si sceglie un broker, si dovrebbe controllare la sua regolamentazione e l’iscrizione al registro Consob.

Una volta scelto il broker, ci si può iscrivere, partendo dal conto base (o “retail”). In questo modo, si avranno tutte le tutele necessarie sul proprio conto di trading.

Possibilmente, sarebbe meglio scegliere un broker che consenta di operare con una piattaforma semplice, poiché alcuni software professionali potrebbero essere un po’ ostici in fase di formazione. Inoltre, sarebbe bene praticare per un bel po’ di tempo con un conto demo e un budget virtuale, per non rischiare nulla del proprio portafoglio.

Quando e se ci si sentirà pronti per iniziare, lo si potrà fare passando al conto reale e ricordandosi sempre di impostare lo stop loss, al fine di impostare un limite massimo di perdita per qualsiasi posizione aperta.

Questi sono gli accorgimenti base che chiunque dovrebbe adottare nel proprio approccio al trading on line.

Accordo dazi USA CINA: opportunità per il Trading Online?

0
L'accordo sui Dazi tra USA e Cina può offrire opportunità per il trading online

Oggi è il giorno cruciale per il nuovo accordo sui dazi tra USA e Cina. I mercati guardano con assoluto interesse e ansia i tavoli delle firme, il cui esito positivo potrebbe far schizzare le borse internazionali. Tutto ciò si potrebbe tradurre come un’opportunità per chi fa trading online, oltre che per chi investe in modo tradizionale.

Sia ieri che oggi i mercati hanno aperto in attesa, con lievi rialzi, ma tutti vicini allo zero. Ciò vuol dire che le borse sono prudenti e aspettano l’esito definitivo dell’accordo.

La fase cruciale dell’accordo sui dazi tra USA e Cina

Oggi alle 17:30 ora italiana, presso la Casa Bianca, è previsto l’accordo commerciale provvisorio. Si tratta della prima fase, in cui si predispone una tregua nell’ormai epica disputa tra USA e Cina iniziata nel 2018.

L’accordo in ballo include diverse tematiche tra cui la proprietà intellettuale, la tecnologia, i servizi finanziari. A tutto ciò si aggiungono ovviamente accordi per i prodotti alimentari e agricoli, in ingresso e uscita, per entrambi i paesi.

Trading online e investitori in fermento

Una giornata di grande attesa questa per i trader e gli investitori. L’indice di borsa S&P 500, in costante rialzo da  alcuni giorni, è risalito oggi di colpo dopo esser sceso bruscamente nella giornata di ieri. Da quota 3.282 è salito a quota 3.294 in poche ore, segnando un rialzo dello 0,42% alle ore 17 italiane.

Lo stesso vale per l’indice Nasdaq, rivolto ai titoli del settore tecnologico. Nella giornata di oggi è salito da quota 9.250 a quota 0.300 in poche ore, segnando un rialzo dello 0,48% alle ore 17 italiane.

Chi fa trading online starà attendendo con trepidazione le 17:30, orario in cui il prezzo potrebbe far segnare delle variazioni nette e che potrebbero offrire degli interessanti risultati economici. Ad esempio, aprendo posizioni al rialzo o al ribasso sugli indici statunitensi precedentemente menzionati.

La mossa di Trump per le elezioni interne

Donald Trump è passato dai giorni di impopolarità dovuti a impeachment e Iran a un giorno di possibile trionfo come quello odierno. Un accordo con la Cina giocherebbe sicuramente a suo favore, così come una distensione degli animi nei confronti dell’Iran (in cui l’aereo civile abbattuto per errore ha contribuito a far rasserenare gli iraniani stessi).

Un esito positivo dell’accordo dei dazi, unito a un rialzo delle borse, segnerebbe un punto nel tabellino di Trump.

 

Azioni Amazon, siamo in profitto

0
Azioni Amazon, siamo in profitto

Nella nostra precedente analisi tecnica del 11 aprile 2019 sulle azioni Amazon avevamo posto il focus dei nostri lettori sulla forte tendenza bullish di lungo/lunghissimo termine che le quotazioni del titolo stanno percorrendo dal 2012 ad oggi grazie alla quale hanno fatto registrare una performance da capogiro. Nell’ultima parte dello scorso anno i prezzi avevano compiuto un forte ritracciamento che ha portato l’azione a testare la media mobile esponenziale a 100 periodi per poi tornare a salire. Avevamo concluso dicendo che a nostro parere il titolo non accennava a voler arrestare la propria corsa e vista la forza del mercato azionario a stelle e strisce, nelle successive settimane di contrattazione i prezzi delle azioni Amazon avrebbero potuto proseguire la loro ascesa.

Il titolo Amazon è disponibile sulla piattaforma di trading eToro.

Azioni Amazon, siamo in profitto

Cosa è successo successivamente? I prezzi delle Azioni Amazon, come ci aspettavamo, sono continuate a salire guadagnando dalla nostra precedente analisi tecnica circa il 5%. I volumi fatti registrare dalle contrattazione negli ultimi giorno risultato più bassi rispetto alla media. I nostri indicatori sono tutti in territorio positivo.

Azioni Amazon, quale direzione?

A nostro avviso, vista ancora la forza del titolo e del mercato azionario americano in generale, nelle prossime settimane di contrattazione i prezzi delle azioni Amazon potrebbero ancora proseguire la loro ascesa e dirigersi di nuovo verso i propri massimi. Alla luce di ciò ciascun trader/investitore deciderà se, come e quando operare su tale titolo facendo attenzione al money management, all’uso degli stop loss e al rischio cambio.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Google, di nuovo sui massimi storici

0
Azioni Google, di nuovo sui massimi storici

Analizzando il grafico weekly delle azioni Google per mezzo di candele classiche possiamo osservare l’interessantissima tendenza bullish di medio/lungo termine che i prezzi dell’azione americana impegnata nel settore tecnologico stanno facendo registrare da metà del 2014 ad oggi. Durante questi anni le quotazioni sono passate da area 500,00 dollari ad area 1270,00 dollari con una performance positiva di circa il 150%. In questo momento i prezzi si trovano nuovamente a ridosso dei massimi di sempre. Le quotazioni si trovano sopra tutte le medie mobili esponenziali ed i nostri indicatori sono in area positiva. L’ultimo movimento rispecchia il rialzo di tutto il mercato a stelle e strisce che ha raggiunto nuovi top di sempre.

Il titolo Google è disponibile sulla piattaforma di trading eToro.

Azioni Google, di nuovo sui massimi storici

Allargando il grafico ed analizzando il titolo attraverso un grafico daily per mezzo di candele classiche, possiamo osservare più da vicino l’ultimo rialzo che i prezzi del titolo Google hanno fatto registrare nelle ultime settimane di contrattazione Osserviamo, infine, come l’indicatore ADX è molto tirato ed avrebbe bisogno di un fisiologico storno. Ricordiamo, infine, che Google si è da poco mosso anche sul settore dei pagamenti con Google Pay.

Azioni Google, quale futuro?

A nostro avviso, nel breve/brevissimo termine i prezzi delle azioni Google potrebbero subire un ripiegamento ma nel medio termine a i prezzi del colosso americano potrebbero continuare a muoversi verso l’alto. Alla luce di ciò ciascun trader/investitore deciderà se, come e quando operare su tale titolo facendo attenzione al money management, all’uso degli stop loss e al rischio cambio in quanto il titolo è scambiato in dollari.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Nvidia, ancora verso l’alto?

0
Azioni Nvidia, ancora verso l'alto?

Nella nostra precedente analisi tecnica del 28 marzo 2019 sulle azioni Nvidia abbiamo posto l’attenzione dei nostri lettori sul fatto che i prezzi del titolo Nvidia avevano breakkato al rialzo la fase laterale andando a chiudere in maniera millimetrica il gap che si era aperto. I nostri indicatori sono tornati tutti in area positiva. Avevamo concluso dicendo che, a nostro avviso nel breve termine le quotazioni delle azioni Nvidia potrebbero continuare a muoversi verso l’alto. I mercato americani, infatti, erano di nuovo tutti in up trend ed il dollaro si continuava ad apprezzare nei confronti dell’euro.

Il titolo Nvidia è disponibile sulla piattaforma di trading eToro.

Azioni Nvidia, ancora verso l'alto?

Cosa è successo successivamente? I prezzi delle azioni Nvidia, come ci aspettavamo, sono continuati a salire facendo registrare volumi costanti. Le quotazioni in questo momento stanno testando la media mobile esponenziale a 200 periodi, che per ora, sta fuggendo da resistenza. I nostri indicatori sono tutti in area positiva.

Azioni Nvidia, dove andranno?

A nostro parere i prezzi delle azioni Nvidia potrebbero continuare a salire anche nelle prossime settimane in linea con tutto il mercato americano. Alla luce di ciò ciascun trader/investitore deciderà se, come e quando operare su tale titolo facendo attenzione al money management e all’uso degli stop loss. Ricordiamo, inoltre, che tale titolo è scambiato in dollari, per cui prestiamo attenzione anche al rischio cambio.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Sony, triplo massimo?

0
Azioni Sony, triplo massimo?

Analizzando il grafico monthly delle azioni Sony per mezzo di candele classiche possiamo osservare la forte tendenza bullish di lunghissimo termine che le quotazioni del titolo hanno percorso dal 1998 al 1999, passando da area 32,40 dollari a quota 158,00 dollari con una performance del 400%. Da qui i prezzi si sono mossi in una forte tendenza ribassista che ha portato i prezzi fino ad area 8,70 dollari. Durante la discesa il titolo ha compiuto vari rimbalzi più o meno importanti che però non hanno avuta la forza di far cambiare rotta. Inoltre, negli scorsi mesi il titolo ha fatto registrare un triplo massimo in area 60 dollari, nella quale si è formata una forte resistenza statica. In questo momento i prezzi si trovano comunque al di sopra di tutte le medie mobili esponenziali.

Il titolo Sony è disponibile sulla piattaforma di trading eToro.

Azioni Sony, triplo massimo?

Allargando il grafico ed analizzando il titolo attraverso un grafico daily per mezzo di candele classiche, possiamo osservare più da vicino la discesa che i prezzi di Sony stanno percorrendo dopo il triplo massimo. Tale ribasso ha fatto perdere al titolo Sony circa il 30% e per ora non accenna a volersi fermare.

Azioni Sony, quale direzione?

Vista la debolezza del titolo, a nostro parere, nelle prossime settimane di contrattazione i prezzi delle azioni Sony potrebbero continuare e muoversi verso il basso con conseguente deprezzamento delle quotazioni. Alla luce di ciò ciascun trader/investitore deciderà se, come e quando operare su tale titolo facendo attenzione al money management e all’uso degli stop loss.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Ebay, per gli amanti degli acquisti?

0
Azioni Ebay, per gli amanti degli acquisti?

Analizzando il grafico monthly delle azioni Ebay per mezzo di candele classiche possiamo osservare la forte tendenza bullish di medio/lungo termine che le quotazioni del titolo stanno percorrendo dal 2007 ad oggi. Dopo aver raggiunto i propri top di sempre in area 67,70 dollari circa le quotazioni hanno fatto registrare un forte storno per poi riprendere a salire. La tendenza principale, dunque, è ancora impostata al rialzo. In questo momento i prezzi si mezzo a tutte le medie mobili esponenziali. I nostri indicatori sono in area negativa.

Il titolo Ebay è disponibile sulla piattaforma di trading eToro.

Azioni Ebay, per gli amanti degli acquisti?

Allargando il grafico ed analizzando il titolo attraverso un grafico daily per mezzo di candele classiche, possiamo osservare la buona tendenza rialzista che i prezzi del titolo stanno percorrendo dopo il doppio minimo (pattern di inversione) fatto registrare dall’azione americana in area 26,00 dollari. Tale rialzo ha fatto guadagnare al titolo Ebay circa il 50%. I nostri indicatori sono tutti in area positiva e i prezzi si trovano al di sopra di tutte le medie mobili esponenziali.

Azioni Ebay, per gli amanti degli acquisti?

A nostro parere, nelle prossime settimane di contrattazione i prezzi delle azioni Ebay potrebbero continuare e muoversi verso l’alto con conseguente apprezzamento delle quotazioni. Alla luce di ciò ciascun trader/investitore deciderà se, come e quando operare su tale titolo facendo attenzione al money management e all’uso degli stop loss. Facciamo attenzione anche al rischio cambio in quanto Ebay è quotato in dollari

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Nokia, forte tendenza ribassista

0
Azioni Nokia, forte tendenza ribassista

Analizzando il grafico monthly delle azioni Nokia per mezzo di candele classiche possiamo osservare la forte tendenza bearish di medio/lungo termine che le quotazioni del titolo stanno percorrendo dal 2007 ad oggi dopo aver raggiunto i propri massimi in area 42,50 dollari. Durante questi anni i prezzi sono arrivati fino a quota 1,56 dollari perdendo circa il 98% del proprio valore. Durante la discesa non sono mancati importanti rimbalzi che però non hanno avuta la forza di far cambiare lo scenario ribassista del titolo. In questo momento i prezzi si trovano al di sotto di tutte le medie mobili esponenziali. I nostri indicatori sono in area negativa.

Il titolo Nokia è disponibile sulla piattaforma di trading eToro.

Azioni Nokia, forte tendenza ribassista

Allargando il grafico ed analizzando il titolo attraverso un grafico daily per mezzo di candele classiche, possiamo osservare la forte volatilità a cui sono assoggettati i prezzi e gli evidenti gap up e gap down che le stese quotazioni del titolo formano frequentemente. I cellulari della società Finlandese dopo la loro massima popolarità sono andati via via scomparendo cedendo il passo ad altri big che tutti oggi conosciamo.

Azioni Nokia, forte tendenza ribassista

A nostro parere, nelle prossime settimane di contrattazione i prezzi delle azioni Nokia potrebbero continuare e muoversi verso il basso con conseguente deprezzamento delle quotazioni raggiungendo probabilmente anche nuovi minimi storici. Alla luce di ciò ciascun trader/investitore deciderà se, come e quando operare su tale titolo facendo attenzione al money management e all’uso degli stop loss.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Intel, forte tendenza bullish

0
Azioni Intel, forte tendenza bullish

Analizzando il grafico weekly delle azioni Intel per mezzo di candele classiche possiamo osservare l’interessante tendenza bullish di medio/lungo termine che le quotazioni del titolo stanno percorrendo dal 2012 ad oggi. Durante questi anni i prezzi sono passati da quota 19,20 dollari ad area 57,30 dollari (che rappresentano i top storici) guadagnando quasi il 200%. Da qui i prezzi hanno ritracciato per poi riprendere quota e riavvicinarsi ai massimi. Durante lo storno i prezzi hanno testato per due volte la media mobile esponenziale a 100 periodi che è funta da ottimo supporto respingendo i prezzi verso l’alto. I nostri indicatori sono tutti in area positiva.

Il titolo Facebook è disponibile sulla piattaforma di trading eToro.

Azioni Intel, forte tendenza bullish

Allargando il grafico ed analizzando il titolo attraverso un grafico daily per mezzo di candele classiche, possiamo osservare come i prezzi si stanno avvicinando ai massimi storici e si sono allontanati da tutte le medie mobili esponenziali segnale di buona forza da parte del titolo come gran parte del mercato a stelle e strisce che continua a regale belle soddisfazioni ai propri investitori.

Azioni Intel, forte tendenza bullish

A nostro parere, nelle prossime sedute di contrattazione i prezzi delle azioni Intel potrebbero continuar e muoversi verso l’alto con conseguente apprezzamento delle quotazioni raggiungendo anche nuovi top di sempre. Alla luce di ciò ciascun trader/investitore deciderà se, come e quando operare su tale titolo facendo attenzione al money management e all’uso degli stop loss e al rischio cambio visto che il titolo Intel è quotato sul mercato americano ed è scambiato in dollari.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Facebook, analisi tecnica al 29 marzo 2019

0
Azioni Facebook, analisi tecnica al 29 marzo 2019

Analizzando il grafico weekly delle azioni Facebook per mezzo di candele classiche possiamo osservare l’interessante tendenza bullish di medio/lungo termine che le quotazioni del titolo stanno percorrendo dal 2015 ad oggi. I top storici sono stati raggiunti in area 218 dollari. Da qui i prezzi hanno fatto registrare una lunga candela rossa che ha portato le quotazioni, in una sola settimana, a perdere circa il 20%. Successivamente i prezzi sono continuati a scendere fino a rompere al ribasso la media mobile a 200 periodi su scala weekly. Si è trattato però di un falso segnale in quanto i prezzi hanno subito ripreso la strada bullish.
Nonostante la salita la forza dell’ADX è diminuita.

Il titolo Facebook è disponibile sulla piattaforma di trading etoro.

Azioni Facebook, analisi tecnica al 29 marzo 2019

Allargando il grafico ed analizzando il titolo attraverso un grafico daily per mezzo di candele classiche, possiamo osservare il forte gap up che si è creato il giorno 31 gennaio 2019 e la fase laterale all’interno della quale si stanno muovendo le quotazioni.

Azioni Facebook, quale direzione?

A nostro parere, nelle prossime sedute di contrattazione i prezzi delle azioni Facebook potrebbero muoversi verso l’alto. Alla luce di ciò ciascun trader/investitore deciderà se, come e quando operare su tale titolo facendo attenzione al money management e all’uso degli stop loss. Ricordiamo che Facebook è quotato sul mercato americano ed è scambiato in dollari.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.