Home Blog

Azioni Disney, per gli amanti dei cartoni

0
Azioni Disney, per gli amanti dei cartoni

Analizzando il grafico weekly delle azioni Disney per mezzo di candele classiche possiamo osservare come i prezzi, dopo aver raggiunto i massimi in area 120,00$ circa si sono mossi hanno fatto registrare un forte ripiegamento che si è arrestato sul supporto dinamico ascendente che sta sorreggendo i prezzi del titolo americano dal 2014. Da qui i prezzi hanno ripreso il loro bullish trend ritornando a ridosso dei massimi. Nel tragitto rialzista le quotazioni hanno più volte testato si supporto dinamico individuato senza attraversarlo al ribasso.

Il titolo Disney è disponibile sulla piattaforma di trading 24Option.

Azioni Disney, per gli amanti dei cartoni

Allargando il grafico ed analizzando il titolo attraverso un grafico daily per mezzo di candele classiche, possiamo osservare più da vicino il rialzo dei prezzi, dopo l’ennesimo test sul supporto. Le quotazioni in questo momento si trovano al di sopra di tutte le medie mobili esponenziali. I nostri indicatori sono in area positiva.

Azioni Disney, ancora verso l’alto?

A nostro parere, i prezzi delle azioni Disney potrebbero continuare a muoversi verso l’alto raggiungendo così nuovi massimi. Il titolo, infatti, presenta una buona forza. Inoltre, fin quanto il titolo si manterrà al di sopra del supporto dinamico ascendente la tendenza principale rimarrà rialzista. Alla luce di ciò ciascun trader/investitore deciderà se, come e quando operare su tale titolo facendo attenzione al money management e all’uso degli stop loss. Ricordiamo, inoltre, che tale titolo è scambiato in dollari per cui attenzione anche al rischio cambio.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Fiat Chrysler Automobiles, a che punto siamo?

0
Azioni Fiat Chrysler Automobiles, a che punto siamo?

Nella nostra precedente analisi tecnica del 10 febbraio 2019 sulle azioni Fiat Chrysler Automobiles avevamo evidenziato a tutti i nostri lettori che le quotazioni della società automobilistica, dopo aver ritracciato verso l’alto, il giovedì precedente avevano fatto registrare una bruttissima candela ribassista con volumi in forte aumento, molto simile alla candela del giorno 25 luglio 2018. Avevamo compito dicendo che a nostro avviso nelle successive sedute di contrattazione i prezzi delle azioni Fiat Chrysler Automobiles sarebbero potute continuare a scendere verso il basso. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il segno di spunta rosso.

Il titolo Fiat Chrysler Automobiles è disponibile sulla piattaforma di trading 24Option.

Azioni Fiat Chrysler Automobiles, a che punto siamo?

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni del titolo Fiat Chrysler Automobiles, come ci aspettavamo, sono continuate a scendere. Tuttavia i minimi di periodo fatti registrare il giorno 02 gennaio 2019 non sono ancora stati toccati e ovviamente non sono stati violati.

Azioni Fiat Chrysler Automobiles, quale direzione?

A nostro avviso fondamentale sarà osservare il comportamento dei prezzi sul supporto statico che abbiamo individuato e disegnato sul grafico. La tendenza del titolo è comunque ancora ribassista: solo un ritorno sopra i 16,00€ potrebbe far cambiare lo scenario del titolo. Alla luce di ciò ciascun trader/investitore deciderà se come e quando operare su tale titolo facendo attenzione all’uso degli stop loss.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Toyota, forte resistenza di lungo periodo

0
Azioni Toyota, forte resistenza di lungo periodo

Analizzando il grafico monthly delle azioni Toyota per mezzo di candele classiche possiamo osservare come i prezzi, hanno più volte testato area 140,00, area nella quale le quotazioni hanno formato una forte resistenza statica di lungo termine come possiamo osservare dal grafico. L’ultima volta in cui i i prezzi hanno provato a violare al rialzo tale barriera è stato a gennaio dello scorso anno. Da qui i prezzi hanno ritracciato con volumi in diminuzione. Negli ultimi mesi la forza dell’ADX è diminuita vertiginosamente, segno che i le quotazioni stanno “riprendendo fiato”.

Il titolo Toyota è disponibile sulla piattaforma di trading 24Option.

Azioni Toyota, forte resistenza di lungo periodo

Allargando il grafico ed analizzando il titolo attraverso un grafico daily per mezzo di candele classiche, possiamo osservare la fase discendente che le quotazioni Toyota stanno percorrendo nel breve termine. Nelle ultime settimane si sono registrati volumi in aumento, probabile segnale di un nuovo accumulo da parte delle cosiddette “mani forti”. Ovviamente ancora tutto da confermare.

Azioni Toyota, quale direzione?

A nostro parere, solo una eventuale rottura netta, definitiva e con volumi in aumento fornirebbe un forte segnale di forza sul titolo Toyota. Alla luce di ciò ciascun trader/investitore deciderà se, come e quando operare su tale titolo facendo attenzione al money management e all’uso degli stop loss. Attendiamo sempre le conferme da parte del mercato senza mai anticiparlo.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Nvidia, a che punto siamo?

0
Azioni Nvidia, a che punto siamo?

Analizzando il grafico weekly delle azioni Nvidia per mezzo di candele classiche possiamo osservare come i prezzi, dopo aver raggiunto i massimi di sempre in area 294,00$ circa si sono mossi in un trend ribassista che ha portato le quotazioni fino ad area 124,00$ facendo perdere al titolo dai propri top oltre il 50%. I prezzi hanno attraversato al ribasso tutte le medie mobili esponenziali su tale scala. I nostri indicatori sono in area negativa. Prima dell’inversione notiamo una divergenza ribassista fatta registrare dallo CCI.

Il titolo Nvidia è disponibile sulla piattaforma di trading 24Option.

Azioni Nvidia, a che punto siamo?

Allargando il grafico ed analizzando il titolo attraverso un grafico daily per mezzo di candele classiche, possiamo osservare la fase di congestione laterale (evidenziata sul grafico con le linee rosse) all’interno della quale le quotazioni delle azioni Nvidia si stanno muovendo. Le fasi laterali costituiscono una “battaglia” tra compratori e venditori dove nessuna delle due forze prevale.

Azioni Nvidia, dove andranno?

A nostro parere, la direzione della fuoriuscita dei prezzi dalla fase laterale detterà nel breve termine la direzione futura delle quotazioni delle azioni Nvidia. Alla luce di ciò ciascun trader/investitore deciderà se, come e quando operare su tale titolo facendo attenzione al money management e all’uso degli stop loss. Ricordiamo, inoltre, che tale titolo è scambiato in dollari.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Juventus, dopo la qualificazione

0
Azioni Juventus, dopo la qualificazione

Osservando il grafico weekly di medio termine delle azioni Juventus per mezzo di candele classiche possiamo osservare come i prezzi, dopo aver raggiunto i top in area 1,80€ si sono mossi in un bearish trend che ha portato i prezzi fino ad area 0,90€ circa perdendo circa il 50% del loro valore. Sono grafici come questi che ci fanno capire l’importanza di impostare sempre gli stop loss nelle nostre operazioni di trading/investimento. Successivamente le quotazioni hanno cambiato rotta impostandosi al rialzo facendo registrare un triplo massimo a quota 1,60€: tuttavia siamo assiostendo a massimi e minimi crescenti. I prezzi sono sopra tutte le medie mobili esponenziali.

Il titolo Juventus è disponibile sulla piattaforma di trading 24Option.

Azioni Juventus, dopo la qualificazione

Analizzando il grafico daily dell’azione Juventus per mezzo di candele classiche, possiamo osservare il forte gap fatto registrare dai prezzi della società bianconero dopo la vittoria contro l’atletico madrid e la conseguente qualificazione ai quarti di champions league. Tale giornata di contrattazione ha fatto registrare una barra negativa di colore rosso: infatti i prezzi hanno aperto con un +24% e hanno chiuso a circa +15%. Chi ha comprato in apertura di mercato ha sostenuto una perdita. Il mercato era molto emozionale, dato il risultato sul rettangolo verde.

Azioni Juventus, cosa attendersi?

A nostro parere, i prezzi nel breve/brevissimo periodo potrebbero andare a chiudere il gap e quindi continuare a scendere. Vista la forte volatilità e sottigliezza è sempre complicato fare previsioni su questo titolo (tali caratteristiche di questo titolo sono dovute anche alla forte influenza che i risultati sul campo di gioco) per cui il consiglio è sempre quello di utilizzare gli stop loss.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Eni, analisi tecnica al 13 marzo 2019

0
Azioni Eni, analisi tecnica al 13 marzo 2019

Analizzando il grafico wekly delle azioni Eni possiamo osservare come il titolo dopo aver raggiunto i propri massimi di periodo ha intrapreso la strada del ribasso, arrivando fino a quota 11,00€ circa (che rappresenta un bottom di mercato) agli inizi del 2016 e perdendo molto del suo valore. Da qui i prezzi hanno trovato la strada del rimbalzo che si è arrestata per varie volte sulla resistenza dinamica discendente (trendline rossa). Pertanto, la tendenza di lungo periodo è ancora impostata la ribasso, mentre quella di medio termine sembrerebbe rialzista: i prezzi infatti, in questo ultimo caso, stanno facendo registrare minimi crescenti.

Il titolo Eni è disponibile sulla piattaforma di trading 24Option.

Azioni Eni, analisi tecnica al 13 marzo 2019

Analizzando il grafico daily osserviamo un doppio minimo che i prezzi hanno fatto registrare in area 13,25€. Tale pattern di inversione rialzista è stato confermato dopo la rottura del precedente massimo relativo posizionato a quota 13,90€. Tale massimo relativo è stato successivamente ritestato in maniera millimetrica dando origine ad un preciso pullback. Successivamente i prezzi hanno ritrovato la strada del ribasso per poi salire ancora. I nostri indicatori in questo momento sono in area positiva.

Azioni Eni, cosa attendersi?

A nostro avviso, nel breve periodo le azioni Eni hanno ancora spazio per salire e far accrescere le proprie quotazioni. Tuttavia, come già detto, la tendenza di fondo del titolo è ancora impostata al ribasso quindi molto importante sarà il comportamento dei prezzi al ridosso della resistenza dinamica discendente.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Apple, analisi tecnica al 12 marzo 2019

0
Azioni Apple, analisi tecnica al 12 marzo 2019

Analizzando il grafico weekly della azioni Apple per mezzo di candele classiche possiamo osservare la tendenza rialzista che le quotazioni hanno cavalcato dal 2016 fino alla fine del 2018, partendo da area 90,00$ circa ed arrivando fino a quota 235,00$ circa con un buona performance positiva. Nella prima parte di quest’anno il titolo, in linea con il mercato è sceso andando a rompere tutte le medie mobili esponenziali. Successivamente il titolo è rimbalzato andando a ritestare (dal basso verso l’alto) tutte le medie mobili che fungono da resistenza.

Il titolo Apple è disponibile sulla piattaforma di trading 24Option.

Azioni Apple, analisi tecnica al 12 marzo 2019

Analizzando il grafico daily del titolo americano, leader nel settore della telefonia, osserviamo come il titolo fatica a salire. Notiamo, inoltre, una divergenza ribassista sull’indicatore commodity channel index. I volumi, inoltre, in salita sono abbastanza bassi. La forza dell’ADX è piatta.

Azioni Apple, cosa aspettarsi per il futuro?

A nostro avviso solo un ritorno deciso, netto e definitivo dei prezzi sopra le medie mobili esponenziali potrebbe far riprendere le quotazioni a salire nelle prossime settimane in linea con la propria tendenza di fondo. Ciascun trader/investitore deciderà se, come e quando operare sul tale azione facendo attenzione all’uso degli stop loss.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Amazon, analisi tecnica al 11 marzo 2019

0
Azioni Amazon, analisi tecnica al 11 marzo 2019

Analizzando il grafico delle azioni Amazon per mezzo di un grafico monthly, possiamo osservare la forte tendenza rialzista che il colosso americano, leader del settore dell’e-commerce, sta percorrendo dal lontano 2011 quando quotava “solo” 240,00$ circa. Durante questi anni Amazon è cresciuta tantissimo arrivando fino a toccare area 2000,00$ con una performance molto elevata. Negli ultimi mesi abbiamo assistito ad un forte storno del titolo americano che evidentemente era molto ”tirato”. Il ritracciamento si è fermato sulla media mobile esponenziale a 20 periodi che è funta da ottimo supporto respingendo i prezzi verso l’alto.

Il titolo Amazon è disponibile per il trading sulla piattaforma di trading online 24Option.

Azioni Amazon, analisi tecnica al 11 marzo 2019

Analizzando il titolo per mezzo di un grafico daily possiamo osservare la fase laterale all’interno della quale si stanno muovendo i prezzi dopo aver formato un minimo di periodo in area 1300,00$ circa.

Azioni Amazon, cosa aspettarsi per il futuro?

A nostro avviso, una eventuale violazione di area 1800 dollari potrebbe porre fine al forte ritracciamento subito dalle azioni Amazon, ritornando così in area up trend. Ricordiamo che il titolo è quotato sul mercato americano per cui è scambiato in dollari. Continuiamo a monitorare e ad osservare il comportamento delle quotazioni e facciamo attenzione sempre al money management e al rischio cambio.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Alphabet, analisi tecnica all’08 marzo 2019

0
Azioni Alphabet, analisi tecnica all'08 marzo 2019
Grafico GOOGLE di TradingView

Analizzando il grafico weekly della azioni Alphabet per mezzo di candele cumulate heikin ashi possiamo osservare l’interessantissima tendenza rialzista che il titolo sta percorrendo dal lontano 2008 ad oggi. Durante questi anni il titolo ha messo a segno una performance positiva dell’866% circa. Durante questi anni il titolo non è mai andato al di sotto della media mobile esponenziale a 100 periodi, segno di grande forza da parte del titolo.

Il titolo Alphabet è disponibile per il trading online sulla piattaforma di trading 24option.

Azioni Alphabet, analisi tecnica all'08 marzo 2019

Analizzando le azioni Alphabet per mezzo di un grafico daily attraverso candele classiche possiamo osservare come i prezzi, dopo il forte calo, sono rimbalzate guadagnando 19 punti percentuali nel giro di oltre 3 mesi di contrattazione.

Azioni Alphabet, quale direzione?

A nostro avviso, per il momento, il titolo Alphabet non fornisce alcun segnale di voler arrestare la propria straordinaria corsa rialzista, per cui sarebbe auspicabile far correre i profitti e proteggere comunque parte del guadagno con l’uso degli stop. Infine, i mercati a stelle e strisce sono ancora saldamente impostati al rialzo.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Nike, nuovi top di sempre

0
Azioni Nike, nuovi top di sempre
Grafico NIKE di TradingView

Nella nostra precedente analisi tecnica dell’11 settembre 2019 sulle azioni Nike avevamo posto l’attenzione dei nostri lettori sul fatto che il titolo stava percorrendo un forte trend bullish di lungo termine grazie al quale stava aggiornando costantemente i propri massimi di sempre. Inoltre, avevamo evidenziato come il giorno 29 giugno 2018 l’azione dopo aver aperto in forte gap up e con volumi in forte aumento avevano fornito un chiaro segnale di forza. Tale gap successivamente è stato “chiuso” e da qui i prezzi sono ripartiti verso l’alto arrrivando fino a toccare nuovi massimi storici in area 84,00$. Avevamo concluso dicendo che, a nostro parere, nel medio termine i prezzi dell’azione Nike sarebbero potuti continuare a salire raggiungendo così nuove vette sempre più alte. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione.

Il titolo Nike è disponibile per il trading online sulla piattaforma di trading 24option.

Azioni Nike, nuovi top di sempre

Cosa è successo successivamente? I prezzi delle azioni Nike dopo aver compiuto un forte storno sono continuate a salire raggiungendo nuove vette storiche in area 87,50$.

Azioni Nike, si salirà ancora?

A nostro parere le quotazioni delle azioni Nike potrebbero continuare a correre verso l’alto anche nelle prossime settimane di contrattazione. La nostra metodologia è quella di seguire il trend di mercato interpretando il nostro algoritmo. Alla luce di ciò ciascun trader/investitore deciderà se, come e quando intraprendere operazioni su tale titolo.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.