Home Blog

Azione Atlantia, dopo il forte tonfo

0
Azione Atlantia, dopo il forte tonfo
Grafico ATLANTIA di TradingView

Analizzando il grafico weekly dell’azione Atlantia per mezzo di candele cumulate Heikin Ashi, possiamo osservare la forte tendenza rialzista di medio/lungo termine che i prezzi del titolo stanno percorrendo dal 2012 dopo aver fatto registrare un doppio minimo, pattern di inversione rialzista evidenziato sul grafico con le frecce arancioni. Tale trend bullish ha permesso alle quotazioni di guadagnare nel corso di questi anni oltre il 200%. Durante il rialzo non sono mancati più o meno forti ritracciamenti. In questo momento le quotazioni sono in una fortissima fase di correzione che analizzeremo meglio sul grafico daily.

Azione Atlantia, dopo il forte tonfo

Analizzando il grafico daily dell’azione Brembo per mezzo di candele classiche, possiamo osservare come i prezzi nella scorsa giornata di contrattazione, aprendo in forte gap down, hanno fatto registrare una perdita di circa il 24% nel giro di una sola seduta. Tale ribasso è stato causato dalla news negative di una possibile revoca delle concessioni da parte del governo italiano dopo il crollo del ponte di Genova. Quest’oggi i prezzi dell’azione Atlantia stanno rimbalzando facendo registrare un guadagno del 7%.

Azione Atlantia, in che direzione si muoveranno i prezzi?

A nostro parere fare previsioni in una situazione così delicata come quella attuale è molto difficile in quanto i prezzi sono molto condizionati dalle parole che verranno pronunciate nelle prossime sedute di contrattazione. Quindi in questo momento sarebbe auspicabile restare alla finestra e aspettare che le acque si calmino prima di intraprendere qualsiasi tipo di operatività.

Nel momento in cui scriviamo le azioni Brembo battono quota 19,52€. Il titolo Atlantia è disponibile sulla piattaforma di trading CFD Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Moncler, analisi tecnica al 16 agosto 2018

0
Azioni Moncler, analisi tecnica al 16 agosto 2018
Grafico MONCLER di TradingView

Nella nostra precedente analisi tecnica del 07 giugno 2018 sulle azioni Moncler ponevamo il focus dei nostri lettori sull’interessante tendenza rialzista sia di lungo sia di breve termine che le azioni stanno percorrendo. Avevamo aggiunto che negli ultimi mesi di contrattazione, i prezzi non erano andati mai al di sotto delle medie mobili esponenziali segno di grande forza da parte del titolo. Avevamo concluso dicendo che a nostro avviso il titolo era molto tirato e nel breve termine, a nostro avviso, non erano esclusi più o meno importanti e fisiologici ritracciamenti causati da prese di profitto da parte del mercato. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione.

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni del titolo Moncler, come ci aspettavamo, hanno compiuto un sano storno andando quasi a testare la media mobile esponenziale a 100 periodi. Tale storno, ovviamente, non mette assolutamente in discussione la grande forza rialzista da parte del titolo.

Azioni Moncler, le medio termine di salirà?

A nostro avviso, terminata la fase di storno, nel medio periodo le quotazioni delle azioni Moncler potrebbero far registrare ancora interessanti rialzi. L’azione, infatti, non accenna a voler arrestare la propria corsa rialzista.

Nel momento in cui scriviamo l’azione Moncler batte quota 38,04€. Il titolo Moncler è disponibile sulla piattaforma di trading CFD Markets.com.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Titolo Google, nuovi top storici

0
Titolo Google, nuovi top storici
Grafico GOOGLE di TradingView

Nella precedente nostra analisi tecnica del 24 agosto 2018 evidenziavamo che le quotazioni le titolo Google il giorno 27 ottobre 2017 aprendo in gap up avevano fornito un segnale di forza breakkando al rialzo con volumi in aumento la resistenza statica posta in area 1000$ (evidenziata sul grafico con la linea viola orizzontale). Successivamente i prezzi avevano ritoccato dall’alto verso il basso per ben tre volte l’ex resistenza divenuta ora supporto dando origine a tre pullback. Avevamo concluso dicendo che, a nostro parere, nel medio periodo le quotazioni del titolo Google sarebbero potute continuare a salire e far registrare nuovi top di sempre. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione a quota 1.085,96$

Titolo Google, nuovi top storici

Cosa è successo successivamente? I prezzi delle azioni Google sono continuati a salire raggiungendo nuovi massimi storici e facendo registrare dalla nostra precedente analisi tecnica oltre il 15%.

Titolo Google, si salirà ancora?

A nostro avviso, per il momento, il titolo Google non fornisce alcun segnale di voler arrestare la propria straordinaria corsa rialzista; per cui sarebbe auspicabile far correre i profitti e proteggere comunque parte del guadagno con l’uso degli stop. Infine, i mercati a stelle e strisce sono ancora saldamente impostati al rialzo.

Nel momento in cui scriviamo l’azione Google batte quota 1.248,01$. Il titolo Google è disponibile sulla piattaforma di trading CFD azionari Markets.com.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azione Poste Italiane, a ridosso dell’importante supporto

0
Azione Poste Italiane, a ridosso dell'importante supporto
Grafico POSTE ITALIANE di Tradingview

Nella nostra analisi tecnica del 09 luglio 2018 ponevamo l’attenzione dei nostri lettori sul fatto che i prezzi dell’azione Poste Italiane avevano ripreso quota muovendosi verso l’alto per poi di nuovo ripiegare appoggiandosi sul supporto dinamico ascendete. Avevamo aggiunto che in quel momento il titolo stava provando ad attraversare al rialzo la resistenza dinamica discendente ed avevamo concluso dicendo che, a nostro avviso, se i prezzi delle azioni Poste Italiane avessero violato tale resistenza in maniera decisa e netta il titolo si sarebbe potuto muovere verso l’alto avendo come primo target il raggiungimento di area 7,85€.

Azione Poste Italiane, a ridosso dell'importante supporto

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni dell’azione Poste Italiane hanno breakkato tale resistenza (trendline viola) muovendosi rapidamente verso l’alto e raggiungendo nel giro di poche sedute di contrattazione il target che avevamo individuato. Da qui i prezzi hanno fatto registrare un fisiologico ritracciamento che si ad oggi si è arrestato sul supporto dinamico ascendente (trendline blu) che sta accompagnado i prezzi nel suo trend bullish di medio periodo.

Azione Poste Italiane, nuovo rimbalzo in vista?

A questo punto se il supporto dinamico individuato farà ancora bene il suo “lavoro” le quotazioni del titolo Poste Italiane potrebbero riprendere l’up trend. Viceversa, se il supporto verrà violato al ribasso potemmo assistere ad un’accelerazione ribassista delle quotazioni.

Nel momento in cui scriviamo l’azione Poste Italiane batte quota €7,34. Il titolo Poste Italiane è disponibile per il trading CFD sulla piattaforma Markets.com.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Titolo Unicredit, nuovi minimi di periodo

0

Anche quest’oggi ancora giù i principali indici europei con il nostro indice Ftse Mib che cede lo 0,73%, segue il Dax con un ribasso di circa lo 0,66% e il Cac 40 in perdita dello 0,37%. A pesare sono soprattutto le news negative che provengono dalla Turchia.

Titolo Unicredit, nuovi minimi di periodo
Grafico UNICREDIT di TradingView

Nella precedente nostra analisi tecnica del 06 agosto 2018 dicevamo che le quotazioni del titolo Unicredit, dopo aver raggiunto nuovi minimi in area 13,55€ circa hanno fatto registrare un altro millimetrico pullback (freccia viola) sull’ex supporto divenuto successivamente resistenza posta a quota 15,33€ (linea blu orizzontale). Avevamo concluso dicendo che a nostro avviso nelle successive sedute di contrattazione la debolezza del titolo sarebbe potuta continuare. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione a quota 14,35€.

Titolo Unicredit, nuovi minimi di periodo

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni del titolo Unicredit sono continuati a scendere fino ad area 13,34 e raggiungendo nuovi minimi di periodo con volumi in accelerazione. I nostri indicatori sono tutti in area negativa.

Titolo Unicredit, quale direzione?

Cosa attendersi per il futuro sul titolo Unicredit? A nostro avviso nel breve/brevissimo periodo la debolezza in corso potrebbe ancora continuare. Tuttavia facciamo particolare attenzione al money management e all’uso degli stop loss. Ricordiamo che in questo momento il titolo è molto influenzato dalle news provenienti dal fronte turco.

Nel momento in cui scriviamo il titolo Unicredit batte quota 13,47€. Il titolo Unicredit è disponibile per il trading CFD sulla piattaforma Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azione Brembo, su un livello importante

0
Azione Brembo, su un livello importante
Grafico BREMBO di TradingView

Analizzando il grafico weekly dell’azione Brembo per mezzo di candele cumulate Heikin Ashi, possiamo osservare la forte tendenza rialzista di medio/lungo termine che i prezzi del titolo stanno percorrendo dal 2012. Tale trend bullish ha permesso alle quotazioni di guadagnare nel corso di questi anni quasi il 1150%. Durante il rialzo i prezzi dell’azione Brembo non sono mai andati al di sotto della media mobile esponenziale a 200 periodi segnale di buona forza rialzista da parte del titolo. In questo momento le quotazioni sono in fase di correzione, causata anche da una debolezza generale sul nostro indice.

Azione Brembo, su un livello importante

Analizzando il grafico daily dell’azione Brembo per mezzo di candele classiche, possiamo osservare come i prezzi sono a ridosso di un’importante area più volte testata dal mercato (ara indicata sul grafico con il rettangolo blu). Le quotazioni, inoltre, si stanno muovendo all’interno di un canale ribassista indicato dalle trendline viola. Pertanto, la tendenza di breve termine del titolo è impostata al ribasso.

Azione Brembo, ancora verso il basso?

A nostro parere, molto importante sarà il comportamento dei prezzi di Brembo a ridosso dell’importante area che abbiamo individuato. In particolare, se le quotazioni verranno ancora respinte verso l’alto oppure violeranno al ribasso tale area. Nell’ultimo caso le quotazioni potrebbero cercare nuovi minimi.

Nel momento in cui scriviamo le azioni Brembo battono quota 11,60€. Il titolo Brembo è disponibile per il trading online sulla piattaforma Markets.com.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azione Advanced Micro Devices (AMD), segnale di forza

0
Azione Advanced Micro Devices (AMD), segnale di forza!
Grafico ADVANCED MICRO DEVICES di TradingView

Analizzando il grafico weekly dell’azione Advanced Micro Devices per mezzo di candele cumulate Heikin Ashi, possiamo osservare la forte tendenza rialzista di medio termine che i prezzi del titolo stanno percorrendo dalla fine del 2015. Tale trend bullish ha permesso alle quotazioni di guadagnare nel corso di questi anni quasi il 1000%. Durante il rialzo i prezzi dell’azione Advanced Micro Devices non sono mai andati al di sotto della media mobile esponenziale a 200 periodi segnale di buona forza da parte del titolo. Durante la salita, infine, i nostri modelli hanno più volte generato segnali di forza.

Azione Advanced Micro Devices (AMD), segnale di forza!

Analizzando il grafico daily dell’azione Advanced Micro Devices per mezzo di candele classiche, possiamo osservare come i prezzi nelle ultime giornate di contrattazione hanno breakkato in maniera netta, definitiva e con volumi in forte aumento l’importante resistenza statica che si era venuta a creare in area 17,44$ (linea rossa orizzontale) fornendo un segnale di forza.

Azione Advanced Micro Devices (AMD), ancora verso l’alto?

A nostro parere, l’interessante tendenza rialzista del titolo potrebbe continuare con un conseguente aumento delle quotazioni. A questo punto, quindi, si potrebbero intraprendere operazioni long facendo attenzione, come sempre, al money management, all’uso degli stop loss e al rischio cambio.

Nel momento in cui scriviamo le azioni Advanced Micro Devices battono quota 19,56$€. Il titolo AMD è disponibile sulla piattaforma di trading CFD Markets.com.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

 

Azione Eni, un altro ritracciamento verso la barriera dinamica

0
Azione Eni, un altro ritracciamento verso la barriera dinamica!
Grafico ENI di TradingView

Nella nostra analisi tecnica del 18 luglio 2018 dicevamo che le quotazioni dell’azione Eni alcune seduta di contrattazione precedenti, dopo essersi appoggiate sulla media mobile esponenziale a 200 periodi, hanno ritestato in maniera millimetrica la resistenza dinamica discendente di lungo periodo (trendline blu) senza breakkarla al rialzo che si confermava molto significativa e forte. Ricordiamo, infatti, che più volte una barriera viene testata, maggio re è la sua significatività. Avevamo concluso dicendo che a nostro avviso la tendenza era ancora ribassista e solo un attraversamento netto e definitivo della resistenza dinamica discendente avrebbe potuto invertire il trend ribassista da parte dell’azione Eni. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione.

 

Azione Eni, un altro ritracciamento verso la barriera dinamica!

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni delle azioni Eni hanno ritoccato la barriera dinamica discendente senza attraversarla al rialzo neanche questa volta (freccia blu). Inoltre, nell’odierna giornata di contrattazione, i prezzi sembrano voler di nuovo testare tale barriera che si conferma molto importante.

Azione Eni, tutto dipende dal breakout

A nostro parere, il destino delle prossime sedute di contrattazione dell’azione Eni dipenderà tutto dal comportamento dei propri prezzi della barriera dinamica discendente ed in particolare se ci sarà o meno il breakout rialzista che potrebbe far cambiare lo scenario ribassista di medio termine del titolo.

Nel momento in cui scriviamo le azioni Eni battono quota 16,42€. Le azioni Eni sono disponibili per il trading CFD sulla piattaforma Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Unicredit, altro millimetrico pullback e di nuovo giù

0

Alle ore 9,50 i principali indici europei fanno registrare le seguenti variazioni: il nostro indice Ftse Mib che segna un calo del 0,14%, segue il Dax con un ribasso di circa lo 0,31% e il Cac 40 in perdita dello 0,05%.

Azioni Unicredit, altro millimetrico pullback e di nuovo giù
Grafico UNICREDIT di TradingView

Nella nostra analisi tecnica del 25 giugno 2018 dicevamo che le quotazioni delle azioni Unicredit si erano avvicinati verso area 15,00€ battendo quota 14,96€ (linea rossa). Da qui i prezzi si erano mossi verso il basso facendo registrare un ribasso di oltre 4 punti percentuali nel giro di sole tre giornate di contrattazione. I nostri indicatori erano tutti in area negativa.
Avevamo concluso dicendo che a nostro avviso da un punto di vista di breve/brevissimo termine la debolezza in corso da parte del titolo sarebbe potuta continuare vista anche la fase di ribasso che il nostro indice Ftse Mib sta facendo registrare. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione a quota 14,30

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni del titolo, dopo aver raggiunto nuovi minimi in area 13,55€ circa hanno fatto registrare un altro millimetrico pullback (freccia viola) sull’ex supporto divenuto successivamente resistenza posta a quota 15,33€ (linea blu orizzontale).

Azioni Unicredit, si scendeà ancora?

Cosa attendersi per il futuro sull’azione Unicredit? A nostro avviso nelle prossime sedute di contrattazione la debolezza del titolo potrebbe continuare. Tuttavia i prezzi si stanno muovendo all’interno di un range laterale, per cui prima di intraprendere qualsiasi tipo di operazione sarebbe auspicabile attendere la direzione dell’uscita che molto probabilmente detterà la direzionalità per le prossime giornate.

Nel momento in cui scriviamo il titolo Unicredit batte quota 14,35€. Il titolo Unicredit è disponibile sulla piattaforma di trading del broker Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Ferrari, fase di debolezza di breve termine

0
Azioni Ferrari, fase di debolezza di breve termine
Grafico FERRARI di Tradingview

Nella nostra analisi tecnica del 05 giugno 2018 dicevamo che le quotazioni delle azioni Ferrari erano continuate a scendere fino ad area 109,50€ circa per poi risalire leggermente muovendosi sostanzialmente in maniera laterale tra area 109,50€ e area 116,00€. In quel momento i prezzi erano al di sopra di tutte le medie mobili esponenziali ed avevamo concluso dicendo che a nostro avviso si sarebbero potute intraprendere operazioni long sin da subito oppure attendere se ci sarebbe stato un pullback verso area 106,50€ (ex resistenza) Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio viola in area 113,85€.

Azioni Ferrari, fase di debolezza di breve termine

Cosa è successo successivamente? I prezzi delle azioni Ferrari, dopo aver raggiunto nuove vette in area 130,00€ circa, hanno dato vita ad un testa e spalle (pattern di inversione del trend). Tale figura è stata confermata dopo la rottura ribassista della neckline (linea del collo) evidenziata sul grafico con la linea arancione. Inoltre, nella scorsa giornata di contrattazione le quotazioni hanno breakkato al ribasso con volumi in aumento anche il supporto dinamico ascendente (trend line viola) che sorreggeva i prezzi dal lontano giugno 2016. Un chiaro segnale di debolezza, dunque, da parte del titolo Ferrari che sicuramente ha risentito anche della morte di Sergio Marchionne.

Azioni Ferrari, verso nuovi ribassi?

A nostro parere nel breve periodo che quotazioni delle azioni Ferrari potrebbero continuare a muoversi verso il basso. Da un punto di vista operativo si potrebbero intraprendere operazioni short sin da subito impostando lo stop sopra la trendline viola.

Nel momento in cui scriviamo le azioni Ferrari battono quota 105,50€ con un rialzo dello 1,15%. Il titolo Ferrari è disponibile sulla piattaforma di trading CFD Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.