Home Blog Page 2

Azioni Netflix, nuovi top di sempre

0
Azioni Netflix, nuovi top di sempre
Grafico NFLX di TradingView

Nella nostra analisi tecnica del 23 maggio 2018 evidenziavamo che le quotazioni delle azioni Netflix, in linea con la propria tenenza di fondo, sono continuate a salire facendo registrare nuovi massimi di sempre in area 340,00$ circa. Nelle ultime sedute di contrattazione i prezzi stavano facendo registrare la formazione di un triangolo rettangolo (linee blu), pattern di continuazione del trend principale.

Azioni Netflix, nuovi top di sempre

Osservando infine, un grafico orario possiamo notare come anche la tendenza di brevissimo termine del titolo è impostata al rialzo, confermata da massimi e minimi crescenti.

Avevamo concluso dicendo che A nostro avviso, vista anche la forza del mercato a stelle e strisce, l’azione Netflix avrebbe potuto continuare a far accrescere le proprie quotazioni e raggiungere nuovi top di sempre. Il giorno in cui scrivevamo tutto ciò eravamo a quota 325,22$.

Azioni Netflix, nuovi top di sempre

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni delle azioni Netflix dopo l’uscita rialzista del triangolo rettangolo sono continuate a salire raggiungendo nuovi massimi storici e facendo registrare un’ulteriore performance positiva di circa il 10%. I nostro indicatori sono tutti in area positiva.

Azioni Netflix, ancora più sù?

A nostro parere l’azione ha tutte le carte in regola per poter continuare nel medio periodo la propria corsa rialzista. Ricordiamo a tal proposito una frase di Warren Buffett: vendere i titolo quando si è guadagnato abbastanza è come tagliare i fiori ed annaffiare le erbacce.

Nel momento in cui scriviamo l’azione Netflix batte quota 365,80$. Sul titolo Netflix è possibile negoziare tramite la piattaforma di trading CFD di Markets.com.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Ferrari, analisi tecnica al 05 giugno 2018

0
Azioni Ferrari, analisi tecnica al 05 giugno 2018
Grafico MIL:RACE di Tradingview

Nella nostra analisi tecnica del 15 maggio 2018 dicevamo che le quotazioni delle azioni Ferrari, in linea con il proprio ritracciamento, sono continuate leggermente a scendere continuando la propria correzione. Notavamo, inoltre, che i volumi continuavano ad essere molto bassi, segnale di sole prese di profitto da parte del mercato senza assolutamente pressioni ribassiste. Avevamo concluso dicendo che a nostro avviso, il ritracciamento nel brevissimo periodo sarebbe potuto continuare. Nel breve/medio termine, invece, la tendenza era ancora fortemente bullish. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo a quota 115,40€.

Azioni Ferrari, analisi tecnica al 05 giugno 2018

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni delle azioni Ferrari sono continuate a scendere fino ad area 109,50€ circa per poi risalire leggermente muovendosi sostanzialmente in maniera laterale tra area 109,50€ e area 116,00€. In questo momento i prezzi sono al di sopra di tutte le medie mobili esponenziali.

Azioni Ferrari, analisi tecnica al 05 giugno 2018

Analizzando il grafico orario possiamo osservare più da vicino la fase laterale all’interno della quale i prezzi si stanno muovendo e come la media mobile esponenziale a 200 periodi sta fungendo da supporto.

Azioni Ferrari, verso nuovi rialzi?

A nostro avviso se il ritracciamento dovesse continuare difficilmente andrà al di sotto dell’ex resistenza statica divenuta ora supporto posta in area 106,00€. Per investimenti di medio termine si potrebbero intraprendere operazioni long sin da subito. Per operazioni di trading sarebbe ottimale attendere, se ci sarà, un pullback in area 106,50/106,50€ in cui potrebbero impostare stretti stop loss e avere quindi un ottimo rischio/rendimento.

Nel momento in cui scriviamo le azioni Ferrari battono quota 113,85€ con un rialzo dello 0,60%. Il titolo Ferrari è disponibile per il trading sulla piattaforma di trading CFD Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Poste Italiane, fase di incertezza

0
Azioni Poste Italiane, fase di incertezza
Grafico MIL:PST di Tradingview

Nella nostra analisi tecnica del 21 febbraio 2018 evidenziavamo che le quotazioni delle azioni Poste Italiane il giorno 15 dicembre 2017 (freccia blu) facendo registrare volumi in aumento (cerchio arancione) aveva chiuso la giornata di contrattazione con un rialzo di circa 4 punti percentuali. Da qui il titolo si era mosso verso l’alto guadagnando oltre il 10%. Sottolineavamo, inoltre, come nella precedente giornata di contrattazione i prezzi avevano fatto registrare ancora volumi in aumento segno di un interessamento al titolo da parte di investitori istituzionali. Avevamo concluso dicendo che, a nostro avviso, le quotazioni delle azioni Poste Italiane sarebbero potute continuare a muoversi verso l’alto e che il titolo è sarebbe stato condizionato anche dall’andamento del nostro indice Ftse Mib. Il giorno in cui scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione a quota 6,744€.

Azioni Poste Italiane, fase di incertezza

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni delle azioni Poste Italiane sono continuate a crescere muovendosi in un interessantissimo trend bullish di breve termine, guadagnando dalla nostra precedente analisi circa il 25%. Da qui i prezzi hanno subito una forte correzione che per il momento si è arrestata sulla media mobile a 200 periodi (cerchio blu). E’ in atto in questo momento un rimbalzo nel quale i prezzi stanno provando ad attraversare al rialzo le medie mobili esponenziali veloci a 10 e 20 periodi.

Azioni Poste Italiane, fase di incertezza
Grafico MIL:PST di Tradingview

Osservando il titolo più da vicino attraverso un grafico orario, osserviamo come i prezzi stanno provando ad attraversare al rialzo l’EMA a 200 periodi (cerchi viola).

Azioni Poste Italiane, riprenderanno l’up trend?

A nostro avviso, terminata questa fase di turbolenza le quotazioni potrebbero tornare a correre verso l’alto in linea con la propria tendenza di fondo. Ricordiamo che in questo momento il mercato è influenzato dalle news politiche.

Nel momento in cui scriviamo l’azione Poste Italiane batte quota 7,59€. Sulle azioni italiane si può fare trading tramite la piattaforma di contrattazione CFD di Markets.com.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

FTSE MIB in ripresa dopo accordo di governo

0
Inversione tendenza del FTSE MIB dopo accordo di governo
Grafico MIL:SSL di Tradingview

Nelle ultime 24 ore ha preso il via il nuovo governo Conte voluto da Di Maio e Salvini (entrambi vice) in accordo con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Così come si può facilmente evincere dal grafico soprastante, vi è stata una decisa inversione di tendenza sui mercati, tanto da aprire in seduta odierna con un gap rialzista.

Oggi il titolo è letteralmente schizzato, salvo per tornare sui suoi passi ma comunque ottenendo un buon rialzo, soprattutto se si considerano i pessimi risultati degli ultimi giorni. Oggi l’indice di Borsa Italiana FTSE MIB ha chiuso con un +1,49%. 

Qui vediamo una breve cronistoria.

cronistoria consultazioni e borsa

Proprio il ribasso partito da questa mattina (o meglio, il rallentamento del rialzo in essere) è sintomo che sui mercati c’è ancora incertezza, sebbene vi sia per lo meno più stabilità. Lo spread è sceso tornando verso quota 200, ma a preoccupare maggiormente, ora, sono proprio le mosse del futuro governo.

Starà quindi al governo e ai suoi protagonisti, ora, rassicurare i mercati anche sul prossimo futuro. Ad esempio, peseranno molto gli incontri di Conte al vicino G7, oltre che i primi incontri di Savona (Ministro ai rapporti UE) in campo europeo.

Uno degli obiettivi conclamati del nuovo governo è infatti la rinegoziazione dei termini percentuali dei limiti alla spesa rispetto al deficit richiesti dall’Europa. Il cosiddetto 3% del Patto di Stabilità. 

Sull’indice FTSE sono molto frenetiche le contrattazioni, anche per il trading online, i cui grafici CFD possono consultarsi sulla piattaforma di trading CFD di Markets.com.

Azione S.S. Lazio, analisi tecnica al 01 giugno 2018

0
Azione S.S. Lazio, analisi tecnica al 01 giugno 2018
Grafico MIL:SSL di Tradingview

Osservando il grafico monthly di lungo/lunghissimo periodo dell’azione S.S. Lazio per mezzo di candele cumulate heikin ashi possiamo osservare il triplo massimo (pattern di inversione ribassista) che i prezzi hanno fatto registrare in area 860,00€ circa. Da qui le quotazioni si sono mosse verso il basso in una ripida tendenza ribassista che ha portato l’azione nel giro di 3 anni fino a quota 4,00€ circa perdendo quasi interamente il suo valore. Dal 2004 ad oggi le azioni S.S Lazio si stanno muovendo in una fase laterale di lunghissimo termine che potrebbe essere una fase di accumulo che anticiperebbe un nuovo ciclo rialzista di lungo periodo. I nostri indicatori sono tutti in area positiva.

Azione S.S. Lazio, analisi tecnica al 01 giugno 2018

Analizzando il grafico daily dell’azione S.S. Lazio per mezzo di candele classiche, possiamo osservare l’interessante tendenza rialzista di breve termine che le quotazioni delle azioni S.S. Lazio hanno percorso da aprile 2016 fino a gennaio 2018. Osserviamo, inoltre, come negli ultimi mesi di contrattazione, i prezzi hanno dato vita alla formazione di un testa e spalle (pattern di inversione ribassista del trend in atto). Nelle ultime sedute le quotazioni hanno completato la figura con la rottura della neckline (line del collo) che viene tracciata unendo i relativi minimi, successivamente ritestata in maniera chirurgica dando vita ad un millimetrico pullback. Tale breakdown ha portato i prezzi ad attraversare al ribasso anche la media mobile esponenziale a 200 periodi.

Azione S.S. Lazio, analisi tecnica al 01 giugno 2018

La tendenza ribassista viene confermata anche dal grafico orario che ci indica più da vicino la fase di debolezza in corso.

Azione S.S. Lazio, ancora più giù?

In questo momento è in atto un nuovo pullback verso la linea del collo; a nostro parere se le quotazioni non romperanno al rialzo la neckline, nel breve termine il titolo S.S Lazio potrebbero continuare a muoversi verso il basso. Nel medio/lungo termine, invece, un eventuale attraversamento netto deciso e definitivo di area 2,20€ potrebbe dar vita ad un nuovo ciclo rialzista.

Nel momento in cui scriviamo l’azione S.S. Lazio batte quota 1,34€. Il titolo SS Lazio è disponibile sulla piattaforma di trading online CFD IQ Option.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azione A.S. Roma, analisi tecnica al 31 maggio 2018

0

Osservando il grafico weekly di medio/lungo termine dell’azione A.S. Roma per mezzo di candele cumulate heikin ashi possiamo osservare il trend bearish che le quotazioni hanno cavalcato dal 2001 al 2012. Tale tendenza ribassista ha portato i prezzi da area 4,00€ fino a quota 0,18€ facendo registrare una performance negativa di circa il 95%. Successivamente le quotazioni hanno ripreso quota andando a ritestare l’importante resistenza statica posta in area 1,14€ (linea viola orizzontale). E’ in atto, in questo momento, una fase laterale di medio/lungo termine. Osserviamo, infine, anche su questo titolo, come ieri su Juventus, la forte volatilità e gli improvvisi e forti aumenti di volume.

Azione A.S. Roma, analisi tecnica al 31 maggio 2018

Analizzando il grafico daily dell’azione A.S. Roma per mezzo di candele classiche, possiamo osservare come dopo la fase di accumulazione che i prezzi hanno compiuto da gennaio 2017 fino a novembre 2017, l’azione con il breakout con volumi in netto aumento (cerchio arancione) dell’importante barriera statica posta in area 0,48€ circa (linea blu orizzontale) è esplosa al rialzo compiendo una performance di circa l’85%. Da qui i prezzi hanno ripiegato muovendosi al ribasso.

Azione A.S. Roma, analisi tecnica al 31 maggio 2018

Osservando un grafico orario notiamo la fase ribassista di brevissimo termine e come i prezzi siano al di sotto di tutte le medie mobili esponenziali.

Azione A.S. Roma, quale direzione?

A nostro parere, nel breve brevissimo termine non è escluso un rimbalzo da parte delle azioni A.S. Roma. Nel medio termine, invece, potrebbe essere più probabile una discesa del titolo. Facciamo comunque molta attenzione al money management e all’uso degli stop loss in quanto il titolo A.S Roma è un titolo molto sottile e volatile.

Nel momento in cui scriviamo l’azione A.S Roma batte quota 0,48€. I titoli Roma sono disponibili sulla piattaforma di trading CFD IQ Option.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Juventus, analisi tecnica al 30 maggio 2018

0
Azione Juventus, analisi tecnica al 30 maggio 2018
Grafico MIL:​JUVE di Tradingview

Osservando il grafico weekly di lungo termine delle azioni Juventus per mezzo di candele cumulate heikin ashi possiamo osservare come i prezzi, dal 2002 si sono mossi in una tendenza ribassista che ha li ha portati da area 1,39€ fino a quota 0,15€ perdendo circa il 90% del proprio valore. Sono grafici come questi che ci fanno capire l’importanza di impostare sempre gli stop loss nelle nostre operazioni di trading/investimento. Successivamente le quotazioni hanno cambiato rotta impostandosi al rialzo. Osserviamo, infine, la forte volatilità di questo titolo, dettata anche dalle pronunciate ombre superiori ed inferiori, oltre che dagli aumenti improvvisi di volume.

Analizzando il grafico daily dell’azione Juventus per mezzo di candele classiche, possiamo osservare come dopo la fase di accumulo che le quotazioni hanno fatto registrare da aprile 2015 fino a marzo 2017, il titolo con la rottura di area 0,35€ è esploso al rialzo compiendo una performance di circa il 200%. Da qui i prezzi hanno corretto al ribasso.

Azione Juventus, analisi tecnica al 30 maggio 2018

Osservando un grafico orario osserviamo la fase ribassista di brevissimo termine e i forti gap (cerchi arancione) che il titolo spesso fa registrare.

Azioni Juventus, titolo molto sottile e volatile

A nostro parere, vista la forte volatilità e sottigliezza è complicato fare previsioni su questo titolo. Tali caratteristiche di questo titolo sono dovute anche alla forte influenza che i risultati sul rettangolo verde hanno sul prezzo di borsa. In ogni caso, la tendenza di breve termine è impostata al ribasso. I nostri indicatori, su base daily, in questo momento sono in area negativa.

Nel momento in cui scriviamo l’azione Juventus batte quota 6,10€. Il titolo Juventus è disponibile sulla piattaforma trading CFD IQ Option.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Cambio Euro Dollaro, analisi tecnica al 29 maggio 2018

0
Cambio Euro Dollaro, analisi tecnica al 29 maggio 2018
Grafico EURUSD di Tradingview

Nella nostra analisi tecnica del 17 aprile 2018 sottolineavamo che le quotazioni del cambio euro dollaro avevano testato in maniera millimetrica il supporto dinamico che avevamo individuato, senza attraversarlo al ribasso (freccia arancione). Ciò era stato fondamentale per non far cambiare al cross il trend rialzista di medio termine. Avevamo concluso dicendo che nel medio periodo sarebbe stato più probabile un apprezzamento della moneta unica rispetto al dollaro e che la tenuta del supporto dinamico ascendente sarebbe stata fondamentale per non far cambiare il quadro tecnico bullish. I rapporti di cambio sono molto importanti per un’economia di un Paese in quanto avvantaggiano o sfavoriscono le esportazioni e le importazioni.

Cambio Euro Dollaro, analisi tecnica al 29 maggio 2018

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni del cambio euro dollaro hanno breakkato al ribasso prima il supporto dinamico ascendente (linea viola) e successivamente il supporto statico posto in area 1,21$ circa (linea rossa orizzontale). Ciò ha dato vita ad una forte discesa che ad oggi ha portato le quotazioni fino ad area 1,16$. Tutto ciò anche a causa delle pesanti pressioni politiche che sta subendo il nostro Paese. Ricordiamo che i cambi non sono altro che rapporti matematici: nel caso di euro dollaro abbiamo l’euro al nominatore ed il dollaro al denominatore. Pertanto se il cambio euro dollaro sale ad apprezzarsi (rafforzarsi) è l’euro se il cross euro dollaro scende ad apprezzarsi è il dollaro.

Cambio Euro Dollaro, la tendenza è ribassista

A nostro avviso, una rottura ribassista anche di area 1,155$ potrebbe far scivolare il cambio verso nuovi minimi. E’ evidentemente in atto una tendenza ribassista del cambio euro dollaro con un conseguente deprezzamento della moneta unica.

Nel momento in cui scriviamo il cross euro dollaro batte quota 1,1566. Sul cambio euro dollaro è possibile fare trading online tramite la piattaforma di negoziazione CFD di Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azione Fiat Chrysler Automobiles, analisi tecnica al 28 maggio 2018

0
Azione Fiat Chrysler Automobiles, analisi tecnica al 28 maggio 2018
Grafico MIL-FCA di Tradingview

Nella nostra analisi tecnica del 15 maggio 2018 evidenziavamo come il breakout definitivo e con volumi in forte aumento (cerchio arancione) della resistenza statica dell’azione Fiat Chrysler Automobiles posta in area 15,70€ circa (linea blu orizzontale) aveva fornito un forte slancio rialzista al titolo facendolo arrivare fino ad area 20€. Da qui le quotazioni hanno compiuto un fisiologico ritracciamento che ha dato vita ad un millimetrico pullback sull’ex resistenza divenuta ora supporto. Avevamo concluso che i prezzi in linea con la loro tendenza primaria non sembravano voler arrestare la propria corsa rialzista ma ciò sarebbe dipeso anche dall’andamento del nostro indice Ftse Mib. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione a quota 18,90€.

Azione Fiat Chrysler Automobiles, analisi tecnica al 28 maggio 2018

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni dell’azione Fiat Chrysler Automobiles, si è mossa in maniera laterale nonostante le forti pressioni ribassiste che stanno vedendo protagonista il nostro mercato a causa delle tensioni politiche. Titolo forte, dunque, che non sembra per il momento risentire della pressione degli orsi.

Azione Fiat Chrysler Automobiles, analisi tecnica al 28 maggio 2018

Da un punto di vista di brevissimo termine osserviamo come la media mobile esponenziale a 200 periodi stia fungendo da solido pavimento.

Azione Fiat Chrysler Automobiles, quale direzione?

A nostro parere, Fiat Chrysler Automobiles nel medio periodo potrebbe continuare a crescere e muoversi quindi verso l’alto. Nel brevissimo termine una rottura ribassista dell’EMA a 200 periodi potrebbe portare a nuovi ribassi.

Nel momento in cui scriviamo le azioni Fiat Chrysler Automobiles battono quota 18,42€. I titoli FCA sono disponibili sulla piattaforma di trading CFD Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Bitcoin Dollaro, punto della situazione

0
Bitcoin Dollaro, punto della situazione
Grafico BTCUSD di Tradingview

Nelle nostre precedenti analisi tecniche sul cambio Bitcoin Dollaro abbiamo sempre sottolineato la forte tendenza rialzista di medio periodo che il cross sta percorrendo dal 2015. A nostro parere, il verbo al presente è d’obbligo in quanto il trend bullish di medio termine è ancora saldamente impostato al rialzo. Quella in essere sembrerebbe avere la veste di un ritracciamento. Durante la salita le quotazioni hanno fatto registrare una performance positiva di circa l’11.500%. Osserviamo, infine, come su base weekly i prezzi non sono andati mai al di sotto della media mobile esponenziale a 100 periodi, segnale di una forte direzionalità da parte del cross.

Bitcoin Dollaro, punto della situazione

Analizzando il grafico daily del cambio Bitcoin Dollaro per mezzo di candele classiche, possiamo osservare la lunga fase laterale all’interno della quale le quotazioni del cross si stanno muovendo da gennaio di quest’anno. Fase laterale delineata dal supporto statico posto in area 6.370€ circa e della resistenza statica posta in area 12.000€ circa delineate sul grafico con le linee viola orizzontali.

Bitcoin Dollaro, punto della situazione

Da un punto di vista di brevissimo termine, analizzando il grafico orario, osserviamo come i prezzi faticano a riportarsi al di sopra di tutte le le medie mobili esponenziali.

Bitcoin Dollaro, che direzione per il futuro?

A nostro parere, nel medio periodo finché le quotazioni del cambio Bitcoin Dollaro si manterranno al di sopra delle medie mobili esponenziali non si potrà parlare assolutamente di inversione ribassista. Nel breve periodo, invece, la direzione della fuoriuscita dei prezzi dalla fase di congestione che abbiamo individuato detterà, con buone probabilità, il movimento futuro di breve termine delle quotazioni.

Nel momento in cui scriviamo cambio Bitcoin Dollaro batte quota 7.411$. Il BTC/USD è disponibile per il trading sulla piattaforma CFD di Markets.com.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.