Home Blog Page 2

Azioni Ferrari, siamo andati a target

0
Azioni Ferrari, siamo andati a target
Grafico FERRARI di TradingView

Nella nostra precedente analisi tecnica del 15 novembre 2018 sulle azioni Ferrari avevamo evidenziato a tutti i nostri lettori che le quotazioni del titolo come ci aspettavamo sono inizialmente salite e successivamente si sono mosse verso il basso allontanandosi dalla media mobile esponenziale a 20 periodi e perdendo dalla nostra precedente analisi circa il 9%. Avevamo concluso dicendo che a nostro avviso le quotazioni delle azioni Ferrari sarebbero potute continuare a scendere anche fino ad area 90,00€ circa e che sarebbe dunque continuata la fase di debolezza da parte del titolo. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione a quota 98,00€.

Azioni Ferrari, siamo andati a target

Cosa è successo successivamente? I prezzi delle azioni Ferrari hanno raggiunto il target che avevamo ipotizzato andando a toccare quota 90,00€ circa. Da qui le quotazioni sono tornate a ridosso della media mobile esponenziale a 20 periodi.

Azioni Ferrari, cosa attendersi?

A nostro avviso da questi valori potremmo assistere ad un rimbalzo verso l’alto di breve termine da parte delle azioni Ferrari. Ciascun trader/investitore deciderà se e come operare su tale azione con la consapevolezza che il nostro mercato è ancora in difficoltà.
Ricordiamo sempre di prestare attenzione al money management e all’uso degli stop loss.

Nel momento in cui scriviamo l’azione Ferrari batte quota 96,06€. Il titolo Ferrari è disponibile per il trading sulla piattaforma CFD Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Campari, raggiunto il target!

0
Azioni Campari, raggiunto il target!
Grafico CAMPARI di TradingView

Nella nostra precedente analisi tecnica del 07 novembre 2018 sulle azioni Campari evidenziavamo a tutti i nostri lettori che i prezzi del titolo Campari, come ci aspettavamo, erano continuate a salire facendo registrare dalla nostra precedente analisi tecnica oltre 10 punti percentuali. In particolare nell’ultima seduta di contrattazione, il titolo rompendo al rialzo l’ultima media mobile ha fatto registrare volumi in forte aumento segno di un interessamento a Campari da parte di investitori istituzionali. Avevamo concluso dicendo che a nostro avviso, nelle successive sedute di contrattazione i prezzi delle azioni Campari sarebbero potute continuare a muoversi verso l’alto. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione.

Azioni Campari, raggiunto il target!

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni delle azioni Campari, come ci aspettavamo, sono continuate a salire raggiungendo il target che avevamo individuato e fino ad arrivare a quota 7,85€ circa che rappresenta i massimi storici del titolo.

Azioni Campari, verso nuovi massimi?

A nostro parere nel medio termine i prezzi delle azioni Campari potrebbero far registrare nuovi massimi storici violando quindi al rialzo quota 7,90€. La tendenza del titolo è ancora fortemente impostata al rialzo. Ricordiamo che è più probabile che un titolo continui il suo trend piuttosto che lo inverta. Ciascun trader/investitore deciderà se come e quando operare su tale titolo. Ricordiamo sempre l’importanza del money management e dell’uso degli stop loss.

Nel momento in cui scriviamo le azioni Campari battono quota 7,51€. Il titolo Campari è disponibile sulla piattaforma di trading CFD Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Brembo, impostazione al ribasso

0
Azioni Brembo, impostazione al ribasso
Grafico BREMBO di TradingView

Nella nostra precedente analisi tecnica del 10 agosto 2018 sulle azioni Brembo avevamo evidenziato a tutti i nostri lettori che i prezzi si trovavano a ridosso di un’importante area più volte testata dal mercato (area indicata sul grafico con il rettangolo blu). Le quotazioni, inoltre, si stavano muovendo all’interno di un canale ribassista indicato dalle trendline viola. Pertanto, la tendenza di breve termine del titolo era impostata al ribasso. Avevamo concluso dicendo che a nostro parere, molto importante sarebbe stato il comportamento dei prezzi di Brembo a ridosso dell’importante area che avevamo individuato. In particolare, se le quotazioni avessero violato al ribasso tale area avrebbero potuto cercare nuovi minimi. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione.

Azioni Brembo, impostazione al ribasso

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni delle azioni Brembo hanno violato al ribasso l’area che avevamo individuato e come ci aspettavamo sono andate a cercare nuovi minimi arrivando fino a quota 8,80€. In questo momento i prezzi sono in fase di rimbalzo.

Azioni Brembo, si scenderà ancora?

A nostro avviso, le quotazioni delle azioni Brembo nel medio periodo potrebbe continuare a scendere anche fino ad area 8,00/8,30€ circa. Le quotazioni su base weekly hanno rotto al ribasso anche la media mobile esponenziale a 200 periodi.

Nel momento in cui scriviamo le azioni Brembo battono quota 9,78€. Il titolo Brembo è disponibile per il trading online sulla piattaforma di trading CFD Markets.com.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Facebook, analisi tecnica al 26 novembre 2018

0
Azioni Facebook, analisi tecnica al 26 novembre 2018
Grafico FACEBOOK di TradingView

Nelle nostra precedente analisi tecnica del 22 ottobre 2018 sulle azioni Facebook avevamo posto l’attenzione dei nostri lettori sul fatto che i prezzi delle azioni Facebook erano continuati a crescere raggiungendo nuovi top di sempre fino ad area 218,60$. Da qui le quotazioni dopo aver fatto registrare un forte gap down si sono mosse in un trend bearish che ha portato le quotazioni fino ad area 150,00$ circa dove il titolo aveva fatto registrare un preciso triplo minimo (frecce arancioni). Avevamo concluso dicendo che a nostro avviso, un eventuale breakdown del supporto statico posto in area 150,00 avrebbe potuto far registrare al titolo Facebook nuovi minimi di periodo. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione a quota 154,05$

Azioni Facebook, analisi tecnica al 26 novembre 2018

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni del titolo hanno breakkato al ribasso l’area che avevamo individuato ed le azioni Facebook hanno fatto registrare nuovi minimi di periodo arrivando fino ad area 127,00$, perdendo dalla nostra precedente analisi tecnica circa il 18%.

Azioni Facebook, quale direzione?

A nostro avviso, da questi valori nel breve/brevissimo termine potremmo assistere ad un rimbalzo da parte delle azioni Facebook. Nel medio periodo a nostro avviso i prezzi potrebbero, invece, muoversi verso il basso. Facciamo attenzione anche al rischio cambio in quanto Facebook è quotata sul mercato americano e quindi viene scambiata in dollari.

Nel momento in cui scriviamo il titolo Facebook batte quota 134,80$. Il titolo Facebook è disponibile sulla piattaforma di trading CFD Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Enel, +7% dalla precedente analisi tecnica

0
Azioni Enel, +7% dalla precedente analisi tecnica
Grafico ENEL di Tradingview

Nella nostra precedente analisi tecnica del 18 ottobre 2018 analizzando le azioni Enel avevamo evidenziato a tutti i nostri lettori che le quotazioni del titolo avevano ritestato in maniera millimetrica per l’ennesima volta la trendline ascendente di medio termine che abbiamo più volte individuato (linea blu) senza romperla al ribasso (freccia arancione). Avevamo sempre sostenuto che fin quando i prezzi si manterranno al di sopra di tale supporto la tendenza rimarrà rialzista. Avevamo concluso dicendo che rimanevamo fermi sulla nostra view e a nostro avviso la tendenza sarebbe stata rialzista fino a quanto i prezzi non avrebbero infranto definitivamente la trendline ascendente. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione a quota 4,41€.

Azioni Enel, +7% dalla precedente analisi tecnica

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni delle azioni Enel non rompendo al ribasso la trendline che avevamo individuato si sono mosse verso l’alto guadagnando dalla nostra precedente analisi tecnica circa il 7%. Le quotazioni si sono riportate verso la media mobile esponenziale a 200 periodi.

Azioni Enel, cosa aspettarsi?

Rimaniamo fermi sulla nostra view della precedente analisi tecnica e a nostro avviso fin quanto le quotazioni delle azioni Enel rimarranno al di sopra della trendline la tendenza dei prezzi rimarrà al rialzo. Ciascun trader/investitore alla luce di ciò deciderà se come e quando operare sulle azioni Enel. Facciamo sempre attenzione al money management e all’uso degli stop loss.

Nel momento in cui scriviamo l’azione Enel batte quota 4,66€. Il titolo Enel è disponibile per il trading online sulla piattaforma di trading CFD Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Spread Btp-Bund, sui massimi di periodo

0
Spread Btp-Bund, sui massimi di periodo
Grafico Spread Btp-Bund 10Y di Tradingvie

Analizzando lo spread Btp-Bund a 10 anni attraverso un grafico weekly per mezzo di candele cumulate heikin ashi possiamo osservare la fase discendente nella quale i prezzi si sono mosso dal 2012 a metà del 2018 dopo il doppio massimo fatto registrare dalle quotazioni in area 550 circa (frecce viola). Tale discesa ha permesso allo spread di arrivare fino ad area 85 con un aumento dei prezzi dei nostri btp a 10 anni e una conseguente diminuzione del rendimento. Sui minimi i nostri btp a 10 anni rendevano circa lo 0,85% in più dei bund tedeschi a 10 anni. Successivamente dopo la rottura di area 213 punti lo spread ha cambiato rotta impostandosi al rialzo. In questo momento le quotazioni si stanno muovendo in un trend rialzista.

Spread Btp-Bund, sui massimi di periodo

Analizzando lo spread Btp-Bund a 10 anni attraverso un grafico daily per mezzo di candele cumulate classiche possiamo osservare come in questo momento le quotazioni hanno toccato nuovamente i massimi di periodo posizionati in area 340 punti circa.

Spread Btp-Bund, ancora verso l’alto?

A nostro avviso nel le quotazioni dello spread continueranno a muoversi verso l’alto anche nelle prossime sedute di contrattazione n linea con la propria tendenza. Ciascun trader/investitore deciderà se come e quando operare su titoli di stato o sugli strumenti derivati.

Nel momento in cui scriviamo lo spread Btp-Bund batte quota 331 punti base. Sul valore dei titoli di stato e su molto altro è possibile fare trading CFD sulla piattaforma online Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Netflix, raggiungimento del target

0
Azioni Netflix, raggiungimento del target
Grafico NETFLIX di Tradingview

Nella nostra precedente analisi tecnica del 19 novembre 2018 sulle azioni Netflix avevamo sottolineato che quotazioni del titolo Netflix avevano fatto registrare inizialmente un piccolo ritracciamento e successivamente avevano compiuto un doppio massimo (frecce blu), pattern di inversione del trend principale. Tale pattern era stato confermato dopo la rottura ribassista con volumi in aumento di area 380,00$ circa dando vita ad un forte candela ribassista (cerchio viola). Da qui dopo un millimetrico pullback dal basso verso l’alto i prezzi erano continuati a muoversi verso il basso rompendo al ribasso tutte le medie mobili esponenziali. Avevamo concluso dicendo che a nostro avviso le quotazioni delle azioni Netflix sarebbero potute continuare a scendere fino ad area 260,00$ circa. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione a quota 416,76$

Azioni Netflix, raggiungimento del target

Cosa è successo successivamente? I prezzi delle azioni Netflix hanno raggiunto il target di 260,00$ che avevamo individuato. Area nella quale transita la media mobile esponenziale 100 periodi su un time frame weeky.

Azioni Netflix, rimbazlo in vista?

A nostro avviso da questi valori le azioni Netflix potrebbero far registrare un rimbalzo di breve/brevissimo periodo. Tuttavia difficilmente la tendenza ribassista che sta attraversando il titolo terminerà. Ciascun trader/investitore deciderà se come e quando intraprendere operazioni su tale titolo. I mercati azionari sono ancora in difficoltà.

Nel momento in cui scriviamo l’azione Netflix batte quota 269,52$. Il titolo Netflix è disponibile sulla piattaforma di trading online CFD Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Cambio Euro Dollaro, ancora forza per il dollaro

0
Cambio Euro Dollaro, ancora forza per il dollaro
Grafico EURUSD di Tradingview

Nella nostra analisi tecnica del 28 settembre 2018 sul cambio euro dollaro avevamo posto l’attenzione dei nostri lettori sul fatto che qualche giorno prima c’era stata la conferenza del governatore della Fed che ha annunciato il rialzo dei tassi di interesse americani già ampiamente scontato dal mercato. Il cross euro dollaro si era mosso leggermente verso il basso con conseguente apprezzamento della moneta americana. Inoltre, nei giorni precedenti il cambio aveva provato più volte ad attraversare al rialzo la media mobile a 200 periodi senza successo (frecce viola). Avevamo concluso dicendo che a nostro avviso nel breve termine le quotazioni del cross euro dollaro si sarebbero mosse verso il basso con conseguente apprezzamento da parte del dollaro. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione a quota 1,16.

Cambio Euro Dollaro, ancora forza per il dollaro

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni del cambio euro dollaro come ci aspettavamo sono continuate a scendere e la moneta europea si è continuata ad indebolire nei confronti di quella americana.

Cambio Euro Dollaro, che direzione?

A nostro avviso i prezzi del cross euro dollaro potrebbero continuare a scendere. Tuttavia il cambio è molto influenzato dalle news e dalle decisioni delle banche centrali. La tendenza del cambio è ribassista. Nel ricordare che i cambi non sono altro che dei rapporti matematici, suggeriamo di fare sempre attenzione al money management.

Nel momento in cui scriviamo il cross euro dollaro batte quota 1,14. Sul cambio euro dollaro si può negoziare anche tramite la piattaforma di trading online Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Netflix, fase discendente

0
Azioni Netflix, fase discendente
Grafico NETFLIX di Tradingview

Nella nostra precedente analisi tecnica del 21 giugno 2018 sulle azioni Netflix avevamo evidenziato a tutti i nostri lettori che Le quotazioni sono continuate a salire raggiungendo nuove vette fino a quota 419,50$ con volumi in aumento, mostrando ancora la sua grande forma. Avevamo concluso dicendo che a nostro parere il titolo, probabilmente, aveva bisogno di rifiatare e per chi non era in posizione si sarebbe potuto attendere uno storno prima di intraprendere operazioni sul titolo. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione a quota 416,76$

Azioni Netflix, fase discendente

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni delle azioni Netflix hanno fatto registrare inizialmente un piccolo ritracciamento. Successivamente hanno compiuto un doppio massimo (frecce blu), pattern di inversione del trend principale. Tale pattern è stato confermato dopo la rottura ribassista con volumi in aumento di area 380,00$ circa dando vita ad un forte candela ribassista (cerchio viola). Da qui dopo un millimetrico pullback dal basso verso l’alto i prezzi sono continuati a scendere rompendo al ribasso tutte le medie mobili esponenziali.

Azioni Netflix, si scenderà ancora?

A nostro avviso le quotazioni delle azioni Netflix potrebbero continuare a scendere fino ad area 260,00$ circa. Ciascun trader/investitore deciderà se come e quando intraprendere operazioni su tale titolo. I mercati azionari in questo momento sono in leggera difficoltà.

Nel momento in cui scriviamo l’azione Netflix batte quota 286,21$. Il titolo Netflix è disponibile sulla piattaforma di trading online CFD Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Ferrari, nuovi minimi di periodo

0
Azioni Ferrari, nuovi minimi di periodo
Grafico FERRARI di TradingView

Nella nostra precedente analisi tecnica del 17 ottobre 2018 sulle azioni Ferrari avevamo evidenziato a tutti i nostri lettori che le quotazioni del titolo avevano fatto registrato un fisiologico e prevedibile ritracciamento che appunto ci aspettavamo tornando verso area 105,70€ e guadagnando il 6,60% in una sola giornata di contrattazione. Avevamo concluso dicendo che rimanevamo fermi sulla nostra view ed a nostro avviso le quotazioni delle azioni Ferrari nel brevissimo sarebbero potute ancora salire ma la tendenza rimaneva ribassista almeno fino ad area 110,00€. Nel medio termine, quindi, ci potevano aspettare una discesa dei prezzi. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione a quota 105,70€.

Azioni Ferrari, nuovi minimi di periodo

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni del titolo come ci aspettavamo sono inizialmente salite e successivamente si sono mosse verso il basso allontanandosi dalla media mobile esponenziale a 20 periodi e perdendo dalla nostra precedente analisi circa il 9%.

Azioni Ferrari, cosa attendersi?

A nostro avviso le quotazioni delle azioni Ferrari potrebbero continuare a scendere anche fino ad area 90,00€ circa. Continua dunque la fase di debolezza da parte del titolo. Ciascun trader/investitore deciderà se e come operare su tale azione. Ricordiamo sempre di prestare attenzione al money management e all’uso degli stop loss.

Nel momento in cui scriviamo l’azione Ferrari batte quota 98,00€. Il titolo Ferrari è disponibile per il trading online sulla piattaforma CFD Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.