Home Blog Page 3

Azioni Enel, ancora verso l’alto

0
Azioni Enel, ancora verso l'alto
Grafico ENEL di Tradingview

Nella nostra precedente analisi tecnica del 17 dicembre 2018 analizzando le azioni Enel avevamo evidenziato a tutti i nostri lettori che i prezzi del titolo come avevamo ipotizzato erano continuate a salire rompendo i precedenti massimi relativi e andando a toccare nuovi massimi di periodo in area 5,02€ con volumi positivi costantemente sopra la media e guadagnando dalla precedente analisi circa 5 punti percentuali. Avevamo concluso dicendo che, rimanevamo fermi sulla nostra view ed a nostro avviso fin quanto i prezzi delle azioni Enel sarebbero rimasti al di sopra del supporto dinamico ascendente la tendenza sarebbe rimasta rialzista. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione.

Azioni Enel, ancora verso l'alto

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni delle azioni Enel, in linea con la propria tendenza principale, si sono mosse ancora verso l’alto raggiungendo nuovi top di periodo. I prezzi, inoltre, sono costantemente sopra tutte le medie mobili esponenziali. I nostri indicatori sono tutti in area positiva.

Azioni Enel, quale futuro?

Rimaniamo fermi sulla visione delle scorse analisi e ad a nostro avviso fin quanto i prezzi si manterranno al di sopra della trendline ascendente la tendenza rimarrà rialzista. Nel brevissimo periodo non è escluso un ritracciamento. Ciascun trader/investitore alla luce di ciò deciderà se come e quando operare sulle azioni Enel. Facciamo sempre attenzione al money management e all’uso degli stop loss.

Il titolo Enel è disponibile sulla piattaforma di trading CFD Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Nvidia, nuovi minimi di periodo

0
Azioni Nvidia, nuovi minimi di periodo
Grafico NVIDIA CORP di TradingView

16Nella nostra precedente analisi tecnica del 13 novembre 2018 sulle azioni Nvidia avevamo sottolineato a tutti i nostri lettori che le quotazioni del titolo americano, dopo aver raggiunto nuovi top di sempre, avevano compiuto un forte storno che, su base weekly aveva la veste di un millimetrico test che i prezzi avevano compiuto sulla media mobile esponenziale a 100 periodi (cerchio viola). Avevamo concluso dicendo che, a nostro avviso i prezzi delle azioni Nvidia da questi valori avrebbero potuto riprendere a muoversi verso l’alto fin quanto la media avrebbe retto. La tendenza di mercato era ancora rialzista. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione.

Azioni Nvidia, nuovi minimi di periodo

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni delle azioni Nvidia hanno violato al ribasso dapprima la media mobile a 100 periodi e successivamente quella a 200 periodi sempre su scala weekly. Un forte segnale di debolezza, dunque, che aveva portato ad un’accelerazione ribassista dei prezzi.

Azioni Nvidia, cosa attendersi?

A nostro parere, nel breve/brevissimo termine potremmo assistere ad un rimbalzo da parte dei prezzi, mentre nel medio periodo le quotazioni potrebbero continuare a muoversi verso il basso. Facciamo comunque attenzione al money management e all’uso degli stop loss.

Il titolo Nvidia è disponibile sulla piattaforma di trading CFD Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Moncler, la tendenza è ancora bearish

0
Azioni Moncler, la tendenza è ancora bearish
Grafico MONCLER di TradingView

Nella nostra precedente analisi tecnica del 06 novembre 2018 sulle azioni Moncler avevamo posto l’attenzione dei nostri lettori sul fatto che le quotazioni del titolo, come ci aspettavamo, nel breve termine erano salite breakkando al rialzo la media mobile esponenziale a 20 periodi con volumi in aumento. In quel momento i prezzi avevano davanti due importanti resistenze rappresentate dalle medie mobili esponenziali a 100 e 200 periodi. Avevamo concluso dicendo che, a nostro avviso, fin quanto i prezzi saranno al di sotto di area 36,50€ circa la tendenza primaria sarà ribassista. Molto importante sarebbe stato comunque osservare il comportamento dei prezzi a ridosso delle medie mobili esponenziali. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione.

Azioni Moncler, la tendenza è ancora bearish

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni delle azioni Moncler, come ci aspettavamo, ed in linea con la propria tendenza sono continuate a scendere raggiungendo nuovi minimi di periodo arrivando fino a quota 26,15€. Da qui i prezzi sono rimbalzati.

Azioni Moncler, quale futuro?

A nostro avviso, nelle prossime sedute di contrattazione potremmo assistere ad una nuova discesa dei prezzi e probabilmente a nuovi minimi di periodo. Soltanto un ritorno delle quotazioni sopra area 35,00€ potrebbe far cambiare lo scenario ribassista. Ciascun trader/investitore deciderà se come e quando operare su tale titolo.

Il titolo Moncler è disponibile sulla piattaforma di trading CFD Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Terna, analisi tecnica al 14 gennaio 2019

0
Azioni Terna, analisi tecnica al 14 gennaio 2019
Grafico TERNA di TradingView

Analizzando il grafico monthly delle azioni Terna per mezzo di candele cumulate heikin ashi, possiamo osservare l’interessante trend rialzista che l’azione sta percorrendo dal lontano 2005 ad oggi. Il titolo durante questi anni ha fatto registrare una bella performance positiva del 200%. Durante questi anni sono mancati più o meno forti ritraccimenti che però non hanno messo in discussione lo scenario bullish dell’azione. In questo momento le quotazioni si trovano a ridosso dei massimi storici. I nostri indicatori sono tutti in area positiva.

Azioni Terna, analisi tecnica al 14 gennaio 2019

Analizzando il titolo attraverso un grafico daily con candele classiche, possiamo osservare più da vicino l’ultimo rialzo dei prezzi che li ha portati verso i top di sempre. Tale ultimo rialzo ha fatto guadagnare ai prezzi circa 20 punti percentuali. I prezzi sono sopra tutte le medie mobili esponenziali.

Azioni Terna, quale futuro?

A nostro avviso, un eventuale breakout netto, definitivo e con volumi in aumento della resistenza statica che abbiamo individuato (linea blu orizzontale) potrebbe far registrare un accelerazione dei prezzi verso l’alto con conseguente aumento dei prezzi. Ciascun trader/investitore deciderà se, come e quando operare su tale titolo.

Il titolo Terna è disponibile sulla piattaforma di trading CFD Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Apple, arriva il rimbalzo

0
Azioni Apple, arriva il rimbalzo
Grafico APPLE di TradingView

Nella nostra precedente analisi tecnica del 08 gennaio 2018 sulle azioni Apple avevamo posto l’attenzione dei nostri lettori su l’interessante trend rialzista che il titolo ha percorso dal lontano 2011 ad oggi facendo registrare una performance positiva di oltre il 580%. Durante la salita le quotazioni hanno più volte testato la media mobile a 200 periodi che è sempre funta, però, da ottimo supporto respingendo i prezzi verso l’alto e “salvando” il trend rialzista. Avevamo concluso dicendo che, a nostro avviso, la tenuta della media mobile a 200 periodi su scala weekly sarà fondamentale per la non inversione dello scenario rialzista di medio/lungo termine e che in ogni caso nel breve/brevissimo termine avremmo potuto assistere ad un rimbalzo da parte delle quotazioni delle azioni Apple. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione.

Azioni Apple, arriva il rimbalzo

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni di Apple, come previsto, hanno chiuso in maniera millimetrica il gap che si era venuto a creare compiendo il rimbalzo che avevamo individuato.

Azioni Apple, cosa aspettarsi per il futuro?

A nostro avviso, fin quanto le quotazioni si manterranno al di sopra della media mobile esponenziale a 200 periodi su scala weekly la tendenza rimarrà rialzista. In caso contrario avremmo un’inversione di tendenza. Ciascun trader/investitore deciderà se, come e quando operare sul tale azione facendo attenzione all’uso degli stop loss.

Il titolo Apple è disponibile sulla piattaforma di trading CFD Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Intesa Sanpaolo, analisi tecnica al 09 gennaio 2019

0
Azioni Intesa Sanpaolo, analisi tecnica al 09 gennaio 2019
Grafico INTESA SANPAOLO di TradingView

Analizzando il grafico weekly delle azioni Intesa Sanpaolo per mezzo di candele cumulate heikin ashi possiamo osservare come il titolo dal 2012 al 2015, dopo aver fatto registra un doppio minimo pattern di inversione rialzista evidenziato sul grafico con le frecce viola, confermato con la rottura di area 1,64€ (linea viola orizzontale), si è mosso in un trend rialzista che ha portato le quotazioni da area 0,88€ circa fino ad area 3,50€ con una performance positiva di circa il 320%. Successivamente il titolo si è mosso in un trend ribassista per poi ritrovare la strada del rialzo. In questo momento la tendenza è ribassista.

Azioni Intesa Sanpaolo, analisi tecnica al 09 gennaio 2019

Analizzando le azioni Intesa Sanpaolo attraverso un grafico daily con candele classiche possiamo osservare più da vicino la fase discendente che stanno attraversando le quotazioni del titolo Intesa Sanpaolo dopo il breakdown con volumi fatto registrare il giorno 21 maggio 2018. I prezzi stanno viaggiando anche in una fase laterale di brevissimo termine.

Azioni Intesa Sanpaolo, cosa aspettarsi per il futuro?

A nostro avviso, il target posto in area 1,64€ potrebbe essere raggiunto nelle prossime sedute di contrattazione. Su tale livello fondamentale sarà il comportamento dei prezzi, ovvero se rimbalzeranno o violeranno al ribasso anche tale livello, per il futuro di medio termine di Intesa Sanpaolo.

Sui titoli azionari Intesa Sanpaolo si può negoziare anche tramite la piattaforma di trading CFD Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Apple, analisi tecnica al 08 gennaio 2019

0
Azioni Apple, analisi tecnica al 08 gennaio 2019
Grafico APPLE di TradingView

Analizzando il grafico weekly delle azioni Apple per mezzo di candele cumulate heikin ashi, possiamo osservare l’interessante trend rialzista che l’azione ha percorso dal lontano 2011 ad oggi. Il titolo durante questi anni ha fatto registrare una straordinaria performance positiva di oltre il 580%. Durante questi anni sono mancati più o meno marcati ritraccimenti che però non hanno fatto cambiare lo scenario bullish dell’azione. Inoltre, durante la salita le quotazioni hanno più volte testato la media mobile a 200 periodi che è sempre funta, però, da ottimo supporto respingendo i prezzi verso l’alto e “salvando” il trend rialzista. In questo momento le quotazioni sono di nuovo su tale media mobile.

Azioni Apple, analisi tecnica al 08 gennaio 2019

Analizzando il titolo attraverso un grafico daily con candele classiche, possiamo osservare come il giorno 03 gennaio 2019 il titolo aprendo in forte gap down ha perso oltre 10 punti percentuali in una sola giornata di contrattazione.

Azioni Apple, cosa aspettarsi per il futuro?

A nostro avviso, la tenuta della media mobile a 200 periodi su scala weekly sarà fondamentale per la non inversione dello scenario rialzista di medio/lungo termine. In ogni caso nel breve/brevissimo termine potremmo assistere ad un rimbalzo da parte delle quotazioni delle azioni Apple. Ciascun trader/investitore deciderà come operare.

Il titolo Apple è disponibile sulla piattaforma di trading CFD Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Brembo, fase laterale

0
Azioni Brembo, fase laterale
Grafico BREMBO di TradingView

07Nella nostra precedente analisi tecnica del 18 dicembre 2018 sulle azioni Brembo avevamo evidenziato a tutti i nostri lettori che le quotazioni delle azioni Brembo, come ci aspettavamo, erano in fase di discesa. I prezzi dopo aver fatto registrare un doppio massimo in area 10,35€ (linea viola orizzontale) si erano mosse di nuovo verso il basso. Avevamo concluso dicendo che, a nostro avviso, nelle prossime sedute di contrattazione avremmo potuto assistere ad una continuazione della tendenza ribassista in corso. Le quotazioni delle azioni Brembo, infatti, sarebbero potute andare a cercare nuovi minimi. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione.

Azioni Brembo, fase laterale

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni delle azioni Brembo hanno fatto registrare un doppio minimo (ovviamente ancora tutto da confermare). I prezzi del titolo si stanno muovendo, infatti, all’interno di una fase laterale di breve termine che ha come supporto statico area 8,80€ e come resistenza statica area 10,40€.

Azioni Brembo, quale direzione?

A nostro parere, la direzione della fuoriuscita delle quotazioni delle azioni Brembo dalla fase laterale fornirà con buone probabilità la direzione futura dei prezzi. Alla luce di ciò ciascun trader/investitore deciderà se e quando operare su tale titolo facendo attenzione all’uso degli stop loss e al money management. Attendiamo le conferme da parte del mercato senza mai anticiparlo.

Il titolo Brembo è disponibile sulla piattaforma di trading CFD Markets.com.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Fiat Chrysler Automobiles, millimetrico pullback?

0
Azioni Fiat Chrysler Automobiles, millimetrico pullback?
Grafico Fiat Chrysler Automobiles di Tradingview

Nella nostra precedente analisi tecnica del 28 dicembre 2018 sulle azioni Fiat Chrysler Automobiles avevamo evidenziato a tutti i nostri lettori che i prezzi del titolo, come ci aspettavamo, avevano violato al ribasso la fase laterale che avevamo individuato fornendo un chiaro segnale di debolezza. Continuava, dunque, la fase di incertezza su tutto il mercato azionario. I nostri indicatori erano tutti in area negativa. Avevamo concluso dicendo che, a nostro parere, nelle successive sedute di contrattazione le azioni Fiat Chrysler Automobiles si sarebbero potute muovere verso il basso con conseguente diminuzione delle quotazioni. Quando scrivevamo tutto ciò eravamo sulla candela evidenziata con il cerchio arancione.

Azioni Fiat Chrysler Automobiles, millimetrico pullback?

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni delle azioni Fiat Chrysler Automobiles, come previsto, hanno proseguito la loro discesa andando a cerca e a trovare nuovi minimi di periodo. Nell’odierna giornata di contrattazione, i prezzi del titolo sono andati a testare dal basso verso l’alto l’ex supporto statico divenuto resistenza dando vita ad un millimetrico pullback con volumi in diminuzione.

Azioni Fiat Chrysler Automobiles, quale direzione?

A nostro avviso, da questi valori le azioni Fiat Chrysler Automobiles potrebbero tornare a muoversi verso il basso con conseguente diminuzione del valore di mercato. La tendenza del titolo, infatti, è ancora impostata al ribasso. Alla luce di ciò ciascun trader/investitore deciderà se come e quando operare su tale titolo facendo attenzione all’uso degli stop loss.

Il titolo Fiat Chrysler Automobiles è disponibile per il trading online sulla piattaforma di trading CFD Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Rendimento BTP a 10 anni, nuovi massimi di periodo

0
Rendimento BTP a 10 anni, nuovi massimi di periodo
Grafico ITALY GOVERNMENT BONDS 10 YR YIELD di TradingView

Nella nostra precedente analisi tecnica dell’8 ottobre 2018 sul rendimento btp a 10 anni avevamo evidenziato a tutti i nostri lettori che il rendimento dei titoli di Stato Italiani a 10 anni avevano fatto registrare un preciso doppio minimo (pattern di inversione del trend). Alla fine di maggio le quotazioni hanno breakkato al rialzo il canale laterale dando origine al trend bullish. I prezzi erano si erano portati fino ad area 3,50. Avevamo concluso dicendo che a nostro avviso, nel medio periodo le quotazioni del rendimento Italia a 10 anni potrebbero continuare a salire facendo così deprezzare i nostri titoli di Stato.

Rendimento BTP a 10 anni, nuovi massimi di periodo

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni del rendimento dei titoli di Stato Italiani a 10 anni hanno ripiegato sul breve termine muovendosi verso il basso e violando al ribasso anche la media mobile esponenziale a 200 periodi. I nostri indicatori sono tutti in area negativa.

Rendimento BTP a 10 anni, quale futuro?

A nostro parere un possibile target da parte del rendimento btp a 10 anni è rappresentato da area 2,44, dove i prezzi incontrerebbero un importante supporto più volte testato dal mercato. Difficilmente a nostro parere si scenderà al di sotto di tale soglia. Ciascun trader/investitore deciderà se e come operare sulle obbligazioni italiane. Facciamo, come sempre, attenzione al money management.

Sui BTP a 10 anni italiani si può negoziare tramite i CFD della piattaforma di trading online Markets.com.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.