Home Blog Page 3

Azioni Juventus, arriva lo storno

0

Oggi analizziamo le azioni Juventus, che abbiamo già analizzato nella nostra analisi tecnica del giorno 06 luglio 2018. In questa analisi tecnica vedremo cosa avevamo detto, ciò che è successo e come potrebbe muoversi il titolo in futuro. Inoltre, risponderò alle domande di alcuni di voi, in cui mi si è chiesto come mai il titolo sarebbe potuto scendere nonostante il successivo arrivo di Cristiano Ronaldo.

Azioni Juventus, arriva lo storno!
Grafico JUVENTUS FC di TradingView

Nella nostra precedente analisi avevamo posto l’attenzione dei nostri lettori sull’ultimissima news di quelle ore di un possibile acquisto da parte della Juventus del pluri pallone d’oro Cristiano Ronaldo. Avevamo aggiunto che il titolo aveva reagito positivamente a tale notizia facendo registrare in quelle ultime sedute di contrattazione un balzo in avanti di circa il 25% con volumi in aumento. Avevamo concludo dicendo che a nostro parere nel breve periodo i prezzi avrebbero subito uno storno.

Dopo queste nostre ultime parole ci sono arrivati molteplici messaggi/critiche che chiedevano il motivo per il quale avevamo ipotizzato uno storno, sulla base di che cosa e perché proprio in quel momento visto che di lì a poco ci sarebbe stata l’ufficialità della notizia.

Innanzitutto vediamo cosa è successo successivamente e poi spiegherò il perché di tutto ciò che avevamo detto.

Azioni Juventus, arriva lo storno!

Successivamente, come avrete già intuito, le quotazioni hanno fatto registrare lo storno che ci aspettavamo perdendo oltre il 17% nel giro di 4 sedute di contrattazione.

Ci aspettavamo tale ripiegamento per due ragioni: la prima, perché dovete ricordare che il mercato sconta quasi sempre le notizie prime che escano o che vengono ufficializzate. Nel nostro caso il titolo Juventus aveva già scontato l’annuncio dell’arrivo di Cristiano Ronaldo prima ancora che fosse ufficializzato. Il secondo motivo è che il titolo era molto tirato e aveva bisogno di un fisiologico storno.

Azioni Juventus, ed ora?

A nostro avviso fondamentale a questo punto sarà il comportamento dei prezzi sull’ex resistenza dinamica discendente divenuta ora supporto: in particolare se le quotazioni non breakkeranno al ribasso tale supporto ma verranno respinti verso l’alto, l’azione Juventus potrebbe continuare a salire, viceversa se il supporto verrà bucato è probabile che l’azione subirà ancora le pressioni ribassiste.

Nel momento in cui scriviamo le azioni Juventus battono quota 0,79€. Il titolo Juventus è disponibile per il trading sulla piattaforma di trading CFD Markets.com.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Unilever, che forza!

0

Quest’oggi analizzeremo le azioni Unilever. Unilever è una multinazionale che opera nel campo dell’alimentazione, bevante, prodotti per l’igiene e per la casa. Unilever è quotata sul mercato inglese.

Azioni Unilever, che forza!
Grafico UNILEVER di TradingView

Analizzando il grafico weekly del titolo Unilever attraverso candele cumulate heikin ashi, possiamo osservare l’interessantissima tendenza rialzista di lungo periodo che le quotazioni stanno percorrendo dal 2009. Durante questi anni i prezzi hanno messo a segno una performance positiva di circa il 270%. Osserviamo, inoltre, la tecnicità di questo grafico notando come i prezzi durante la salita hanno fatto registrare minimi costantemente crescenti. La tecnicità dell’azione è dettata anche dal fatto che le medie mobili esponenziali a 100 e 200 periodi siano funte da ottimo supporto facendo rimbalzare le quotazioni. Tracciando, infine, un ritracciamento di Fibonacci osserviamo come l’area 0,236 è funta prima da forte resistenza e successivamente da solido supporto.

Azioni Unilever, che forza!

Allargando il grafico ed analizzando il titolo attraverso un grafico daily per mezzo di candele classiche possiamo osservare come i prezzi il giorno 17 febbraio 2017 hanno fatto registrare con volumi in aumento una lunga candela verde. Cosa è successo in quella giornata di contrattazione? Evidentemente investitori istituzionali (quali banche, fondi ecc) hanno comprato Unilever. Tutto ciò ha dato una forte spinta al titolo verso l’alto. Successivamente il titolo ha ritracciato, per poi riprendere di nuovo l’up trend.

Azioni Unilever, quale direzione?

A nostro avviso nel medio periodo le azioni Unilever hanno tutte le carte in regola per far accrescere le proprie quotazioni. Da un punto di vista di breve termine si potrebbero intraprendere operazioni long alla rottura di area 4250,00 sterline. Facciamo attenzione come sempre all’uso degli stop loss e al rischio cambio.

Nel momento in cui scriviamo le azioni Unilever battono quota 4231 sterline. Il titolo Unilever è disponibile per il trading sulla piattaforma CFD Markets.com.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Wix.com, vicina ai massimi storici

0
Azioni Wix.com, vicina ai massimi storici!
Grafico WIX.COM di TradingView

Quest’oggi analizzeremo le azioni Wix.com. Wix.com è una piattaforma di sviluppo web che permette agli utenti di creare siti HTML.

Analizzando il grafico weekly del titolo Wix.com attraverso candele cumulate heikin ashi, possiamo osservare come i prezzi dopo la fase di accumulo fatta registrare da fine del 2013 fino a metà del 2016 sono esplosi al rialzo mettendo a segno una performance positiva ad oggi del 250% circa. Ricordiamo che le fase di accumulo sono fasi laterali che vengono paragonate ad una molla che si carica pronta ad esplodere. Durante la salita non sono mancati importanti ritracciamenti che però non sono mai andati al di sotto della media mobile esponenziale a 100 periodi.

Azioni Wix.com, vicina ai massimi storici!

Allargando il grafico ed analizzando il titolo attraverso un grafico daily per mezzo di candele classiche possiamo osservare la formazione di una cup with handle (pattern di continuazione del trend principale) la cui violazione con volumi in aumento ha dato una forte spinta al titolo. Successivamente, dopo una fase di storno, hanno ripreso il loro up trend. In questo momento i prezzi si trovano al ridosso dei massimi storici.

Azioni Wix.com, ancora verso l’alto?

A nostro avviso nel medio periodo le quotazioni del titolo Wix.com potrebbero proseguire a muoversi verso l’alto; il titolo, infatti, per il momento non sembra voler arrestare la propria interessante corsa rialzista.

Nel momento in cui scriviamo le azioni Wix.com battono quota 104,80$. Il titolo Wix è disponibile per il trading sulla piattaforma CFD Markets.com.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Poste Italiane, su un livello chiave

0
Azioni Poste Italiane, su un livello chiave
Grafico POSTE ITALIANE di Tradingview

Cominciamo la settimana con le azioni Poste Italiane. In questa analisi tecnica faremo un aggiornamento sul titolo Poste italiane già da noi analizzato il giorno 04/06/2018.

Nella analisi tecnica del 04 giugno 2018 avevamo posto l’attenzione dei nostri lettori sull’interessante tendenza rialzista di breve termine che le quotazioni avevano percorso dal dicembre del 2017 fino a maggio del 2018. Successivamente i prezzi avevano fatto registrare un forte ritraciamento che li aveva portati fino a quota 6,90€ circa. Tale correzione si era arrestata sulla media mobile esponenziale a 200 periodi che era funta da solido supporto respingendo i prezzi verso l’alto. Avevamo concluso dicendo che, a nostro avviso, terminata la fase di turbolenza le quotazioni sarebbero potute tornare a muoversi verso l’alto.

Azioni Poste Italiane, su un livello chiave

Cosa è successo successivamente? I prezzi delle azioni Poste Italiane hanno ripreso quota muovendosi verso l’alto per poi di nuovo ripiegare appoggiandosi sul supporto dinamico ascendete. In questo momento il titolo sta provando ad attraversare al rialzo la resistenza dinamica discendente.

Azioni Poste Italiane, riprenderanno attendiamo il breakout

Cosa aspettarsi per il futuro? A nostro avviso se i prezzi delle azioni Poste Italiane violeranno tale resistenza in maniera decisa e netta il titolo nel medio periodo potrebbe muoversi verso l’alto avendo come primo target il raggiungimento di area 7,85€.

Nel momento in cui scriviamo l’azione Poste Italiane batte quota €7,48. Il titolo Poste Italiane è disponibile sulla piattaforma di trading Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Juventus, alle prese con Cristiano Ronaldo

0
Azioni Juventus, alle prese con Cristiano Ronaldo
Grafico JUVENTUS FC di TradingView

Nella nostra analisi tecnica del 30 maggio 2018 parlando delle azioni Juventus avevamo evidenziato il forte rialzo dei prezzi dopo il breakout con volumi in forte aumento della barriera statica posta in area 0,35$ nonché della lunga fase di accumulo. Tale rialzo aveva regalato alle azioni Juventus una performance positiva di circa il 200%. Avevamo, inoltre, osservato la forte volatilità di questo titolo, dettata anche dalle pronunciate ombre superiori ed inferiori, oltre che dagli aumenti improvvisi di volume. Avevamo concluso dicendo che vista la forte volatilità e sottigliezza era complicato fare previsioni su questo titolo. Tali caratteristiche sono dovute anche alla forte influenza che le news ed i risultati sul rettangolo verde hanno sul prezzo di borsa.

A proposito di news, nei giorni scorsi è uscita la notizia di un possibile acquisto da parte della Juventus del pluri pallone d’oro Cristiano Ronaldo. Cristiano Ronando, quindi, potrebbe lasciare il Real Madrid per entrare nella squadra italiana. Secondo indiscrezioni la juve offrirà al fuoriclasse portoghese un contratto di quattro anni da 120 milioni di euro.

Azioni Juventus, alle prese con Cristiano Ronaldo

Come ha reagito il titolo a questa notizia? Ha risposto positivamente o negativamente? Scopriamolo insieme attraverso la nostra analisi tecnica.
Nelle ultime 3 sedute di contrattazione il titolo ha fatto registrare un balzo in avanti di quasi il 30% con volumi in aumento. I prezzi durante la salita hanno breakkato in maniera netta, definitiva e con volumi in forte aumento la resistenza dinamica discendente (linea arancione) nonché tutte le medie mobili esponenziali.

Azioni Juventus, come si muoveranno?

A nostro nel breve periodo i prezzi subiranno uno storno. Nel medio termine, invece, fin quando le quotazioni si manterranno al di sopra della trendline a tendenza sarà rialzista.

Nel momento in cui scriviamo l’azione Juventus batte quota 0,87€. Il titolo Juventus è disponibile per il trading sulla piattaforma di trading CFD Markets.com.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Prezzo del Petrolio, c’è forza per salire

0
Petrolio, la forza c'è!
Grafico PETROLIO di TradingView

Analizzando il Petrolio attraverso un grafico weekly per mezzo di candele cumulate heikin ashi, possiamo osservare la tendenza rialzista di medio termine che le quotazioni stanno percorrendo dopo aver fatto registrare nel 2016 un doppio minimo, pattern di inversione rialzista, confermato dopo la fuoriuscita rialzista dei prezzi da area 39,500$. Tale trend bullish ha portato i prezzi da area 27,00$ fino a quota 74,00$ con una performance positiva di circa il 180%. Osserviamo, inoltre, come la media mobile esponenziale 20 periodi sia funta da ottimo supporto respingendo ripetutamente le quotazioni verso l’alto.

Allargando il grafico ed osservando il Crude Oil attraverso un grafico daily per mezzo di candele classiche balza subito all’occhio l’improvviso aumento di volumi (rettangolo viola) fatto registrare dai prezzi dopo un periodo di volumi bassissimi costantemente sotto la media. Osserviamo, inoltre, come nelle ultime sedute di contrattazione il petrolio dopo aver raggiunto nuovi top di periodo, sta lateralizzando dando vita a due candele doji che rappresentano candele di indecisione.

Petrolio, quale futuro?

A nostro avviso nel breve/brevissimo peridoo i prezzi potrebbero subire una leggera flessione verso il basso. Nel medio periodo, invece, a nostro avviso le quotazioni potrebbero continuare a muoversi verso l’alto raggiungendo nuovi massimi.
Ricordiamo che l’andamento del petrolio è una variabile molto importante ai fini dell’inflazione e quindi ai fini del rialzo dei tassi di interesse.

Nel momento in cui scriviamo il Petrolio batte quota 74,00$.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Fineco Bank ritrovano la forza

0
Azioni Fineco Bank, ritrovano la forza!
Grafico FINECOBANK di TradingView

Quest’oggi andremo a fare un aggiornamento sulle azioni Fineco Bank, in quanto per chi lo ricorda il titolo Fineco Bank è stato già oggetto della nostra analisi tecnica del giorno 13 giugno 2018 che potete trovare sul sito.

In questa analisi andremo a vedere cosa avevamo detto, cosa è successo successivamente e cosa potrebbe accadere nelle prossime sedute di contrattazione.

Nella nostra precedente analisi tecnica avevamo osservato la forte tendenza bullish che l’azione sta percorrendo da dicembre del 2016 e che aveva regalato ai prezzi una performance positiva di circa il 130%. Avevamo aggiunto che il giorno 24 ottobre 2017 le quotazioni del titolo Fineco Bank avevano fornito un chiaro segnale di forza dopo aver breakkato al rialzo in maniera definitiva e con volumi in forte aumento la resistenza statica posta in area 7,60€. Avevamo aggiunto che le quotazioni stavano reagendo dopo la fase di debolezza di breve termine che ha visto protagonista tutto il nostro indice Ftse Mib. Avevamo concluso dicendo che i prezzi in quella giornata di contrattazione avevano rotto al rialzo il precedente massimo nonché tutte le medie mobili esponenziali. Tutto ciò l’avevamo interpretato come un interessante segnale d’acquisto, quindi a nostro avviso quella poteva rappresentare un’interessante area dove intraprendere operazioni long.

Azioni Fineco Bank, ritrovano la forza!

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni sono continuate a salire facendo registrare dalla nostra precedente analisi una performance di oltre 6 punti percentuali. Durante la salita i prezzi hanno toccato più volte le medie mobili che sono funte da solido supporto.

Azioni Fineco Bank, si salirà ancora?

A nostro parere le quotazioni delle azioni Fineco Bank potrebbero continuare a muoversi verso l’alto e raggiungendo come primo target area 10,15/10,20€. Chi ha intrapreso operazioni long nell’area che avevamo individuato può mettere già lo stop in par e far correre i guadagni.

Nel momento in cui scriviamo le azioni Fineco Bank battono quota 9,86€.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Azioni Mediaset, i mondiali stanno ripagando?

0
Azione Mediaset, ancora un segnale di debolezza
Grafico MEDIASET di TradingView

I mondiali continuano sui canali Mediaset e per chi lo ricorda le azioni Mediaset sono state già oggetto di una nostra analisi tecnica il giorno 18 giugno 2018 che potete trovare sul sito.
In questa analisi tecnica, quindi, vedremo ciò che avevamo detto, ciò che è successo successivamente e ciò che potrebbe accadere in futuro.

 

Azione Mediaset, ancora un segnale di debolezza

Prima di procedere con l’analisi dell’azione osserviamo dove ci troviamo con il nostro indice Ftse Mib. Osservando il grafico daily dell’indice domestico possiamo subito osservare la presenza di un triplo minimo (pattern di inversione rialzista), fatto registrare dai prezzi in area 21.200 punti circa evidenziato sul grafico con le frecce viola. Triplo minimo, ovviamente, ancora tutto da confermare. Dunque la tendenza di breve termine dell’indice è ancora ribassista.

Nella precedente analisi del 18 giugno 2018 (grafico in alto) avevamo individuato il trend bearish che i prezzi stavano cavalcando dopo aver raggiunto i top di periodo in area 4,80€. Durante la discesa i prezzi avevano tentato più volte di reagire provando a breakkare, senza successo, la forte resistenza statica posta in area 3,40€. Avevamo concluso dicendo che i prezzi stavano lateralizzando e che a nostro avviso la debolezza del titolo era ancora in corso.

Azione Mediaset, ancora un segnale di debolezza

Cosa è successo successivamente? Le quotazioni brekkando al ribasso area 2,77€ (linea rossa orizzontale) hanno fatto registrare nuovi minimi allontanandosi in maniera vistosa da tutte le medie mobili esponenziali. Ancora un segnale di debolezza, dunque, sul titolo Mediaset che non accenna per il momento a segnali di inversione.

Azioni Mediaset, quale direzione?

A nostro parere nel breve/brevissimo periodo i prezzi del titolo Mediaset potrebbero far registrare più o meno evidenti rimbalzi. Nel medio periodo, invece, le quotazioni potrebbero continuare a muoversi verso il basso. Osserviamo, infine, come i nostri indicatori sono tutti in area negativa.

Nel momento in cui scriviamo il titolo Mediaset batte quota 2,63€. Il titolo Mediaset è disponibile per il trading con CFD sulla piattaforma di trading online Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

Cambio Euro Sterlina, analisi tecnica al 02 luglio 2018

0
Cambio Euro Sterlina, analisi tecnica al 02 luglio 2018
Grafico EURGBP di Tradingview

Quest’oggi andremo ad analizzare il cambio Euro Sterlina inglese. Analizzando il grafico weekly del cross Euro Sterlina inglese per mezzo di candele classiche possiamo subito osservare la tendenza rialzista di medio termine che le quotazioni stanno cavalcando dopo aver raggiunto un bottom di periodo in area 0,69. Tale trend rialzista ha permesso alla moneta unica di recuperare il 34% nei confronti della sterlina. Ricordiamo, infatti, che nel cambio euro gbp l’euro si trova al numeratore pertanto se la coppia valutaria si muove verso l’alto ad apprezzarsi è l’euro. Dopo il top di periodo fatto registrare a quota 0,93 le quotazioni si stanno muovendo in una fase laterale di ampia durata. Analizziamo tale range più da vicino attraverso un grafico daily.

Cambio Euro Sterlina, analisi tecnica al 02 luglio 2018
Grafico EURGBP di Tradingview

Allargando il grafico ed analizzando il cross per attraverso un grafico daily per mezzo di candele classiche, possiamo osservare come tale fase di congestione che perdura ormai da settembre 2017 è delimitata dalla resistenza statica posta in area 0,90 e dal supporto statico posto in area 0,86. Ricordiamo che le fasi laterali sono fasi all’interno delle quali compratori e venditori hanno la pari. La battaglia, quindi, tra tori e orsi non ha ancora un vincitore.

Cambio Euro Sterlina, attendiamo la fuoriuscita

Cosa aspettarsi quindi per il futuro? A nostro avviso, a seconda della direzione della fuoriuscita definitiva dei prezzi dalla fase laterale si potrà capire se tale pattern sarà un pattern di continuazione del trend principale o una pattern di inversione. Per cui il consiglio è quello di restare alla finestra ed attendere il corso degli eventi.

Nel momento in cui scriviamo il cross euro sterlina batte quota 0,8840. Su questo cambio è possibile fare trading CFD con la piattaforma fornita dal broker Markets.com.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.

USDCAD, analisi tecnica Forex al 29 giugno 2018

0
Cambio Dollaro Americano Dollaro Canadese
Grafico USDCAD di Tradingview

Continuaimo la nostra serie di analisi tecniche nel campo del Forex. Quest’oggi andremo ad analizzare la coppia valutaria USDCAD, ovvero Dollaro Americano Dollaro Canadese.

Analizzando il grafico weekly del cross Dollaro Americano Dollaro Canadese per mezzo di candele heikin ashi possiamo osservare la tendenza ribassista di medio termiche che le quotazioni hanno fatto registrare dal 2016 a giugno 2018. Tale trend bearish è stato interrotto dopo la rottura rialzista della resistenza dinamica discendente (trendline viola) fatta registrare nelle scorse settimane. Osserviamo, infine, come i nostri indicatori sono tutti in area positiva.

Cambio Dollaro Americano Dollaro Canadese

Allargando il grafico ed analizzando il cambio attraverso un grafico daily per mezzo di candele classiche, possiamo osservare la presenza di un canale rialzista delineato dalle trendline arancioni. Tale canale è stato breakkato al rialzo pochi giorni fa dando un segnale di forza. Il canale è stato successivamente ritestato in maniera chirurgica dando origine ad un millimetrico pullback. Nella odierna giornata, però, i prezzi hanno violato al ribasso il supporto.

Cambio Dollaro USD-CAD, cosa attendersi?

A nostro avviso da questi valori il cambio, da un punto di vista di breve/brevissimo periodo, potrebbe muoversi verso il basso. Da un punto di vista, invece, di medio termine il cross si potrebbe muovere verso l’alto. Operativamente, quindi, si potrebbero intraprendere operazioni short di breve/brevissimo termine ed operazioni long per investimenti di più lunga durata.

Cambio Dollaro Americano Dollaro Canadese

Facciamo comunque attenzione perché in area 1,34, dove i prezzi sono stati respinti per due volte, è posizionato il livello 0,786 del ritracciamento di Fibonacci (cerchio viola).

Nel momento in cui scriviamo il cross euro dollaro batte quota 1,32. Il cross USDCAD è disponibile per il trading sulla piattaforma CFD di Markets.

Le valutazioni evidenziate in questo articolo non vogliono essere un invito all’investimento, bensì solo analisi tecniche da valutare per possibili operazioni di trading/investimento.