Dash

Dash è una criptovaluta che molti non conoscono ancora, ma che ultimamente sta riscuotendo una certa notorietà in rete. Gli elementi che la caratterizzano, infatti, le hanno permesso di scalare la classifica delle criptovalute più utilizzate in modo alquanto veloce, per cui chi non la conosce ancora avrà sicuramente modo di entrarci in contatto.

Il suo successo l'ha portata ad essere inserita molto presto tra le criptomonete negoziabili sulle piattaforme di trading CFD. Per iniziare il trading su Dash Coin clicca qui.

Di monete alternative al Bitcoin ne sono nate parecchie in questi anni, ma Dash è una di quelle che sta riuscendo ad emergere meglio, tanto è vero che se le stiamo dedicando del tempo è perché effettivamente questa moneta ha catturato anche la nostra di attenzione.

Come funziona l'architettura di Dash Coin

Dash Coin ha un'architettura strutturata su più livelli. Nello specifico, ci sono due livelli che permettono il funzionamento del tutto.

Nel primo livello ci sono i miners, i quali hanno per così dire il compito di rendere la rete sicura, nonché effettuare transazioni nell'ambito della blockchain. Dopo di che c'è un secondo livello formato dai nodi principali, i quali sono proprio coloro che stanno alla base delle funzioni più avanzate della criptovaluta: il nodo master, ad esempio, ha un livello di proof-of-service volto a permettere le transazioni, il potenziamento e la governance della moneta.

I premi del blocco vengono poi suddivisi tra questi due livelli, pertanto i minatori ricevono il 45% del premio, i nodi master si aggiudicano un altro 45% e il rimanente 10% viene assegnato al sistema di bilancio decentrato di riferimento. Si tratta insomma di un'architettura che per come è stata strutturata consente agli utenti di decidere attivamente l'allocazione delle risorse.

Dash: come funziona e in cosa si distingue

Al contrario di Ethereum, che come abbiamo avuto modo di vedere è in realtà tutta un'altra cosa rispetto al Bitcoin, Dash, invece, è alquanto simile al Bitcoin. Lo è perché anche Dash viene ormai usata come fosse "contante digitale" a tutti gli effetti, pertanto anche le caratteristiche che vi stanno alla base sono facilmente intuibili: questa criptovaluta per esempio è totalmente decentralizzata, e consente quindi di inviare e ricevere denaro in modo assolutamente anonimo. Inoltre, così come avviene col Bitcoin, anche Dash si appoggia a una blockchain pubblica.

Ma c'è un elemento che nel suo caso fa la differenza, perché Dash è senz'altro molto più veloce del Bitcoin (che non a caso è famoso per via della sua lentezza)! Questo è se vogliamo il motivo numero uno per cui questa moneta digitale sta scalando le classifiche: perché agli osservatori, agli utenti e agli investitori piace molto il fatto che si possano inviare pagamenti in maniera molto più veloce rispetto al Bitcoin. Quindi, ecco, se siete alla ricerca di una criptovaluta che vi garantisca anonimato e velocità in un colpo solo, allora questa potrebbe proprio fare al caso vostro!

Insomma, il vantaggio principale di Dash rispetto alle altre criptovalute sta nelle transazioni istantanee che è in grado di offrire, e che vengono rese possibili grazie alla tecnologia InstantSend. L'incontro tra la velocità degli scambi (InstantSend) e la riservatezza dei dati (tecnologia PrivateSend) farà di Dash una criptovaluta davvero prestigiosa, tanto è vero che già nel 2017 il suo marchio si è piazzato al sesto posto in quanto a capitalizzazione di mercato.

Valore e capitalizzazione di mercato

Per quanto riguarda la capitalizzazione di mercato, i dati forniti da CoinMarketCap e aggiornati a giugno 2017 ci dicono che Dash muove ogni giorno la bellezza di 100 milioni di dollari, per cui la sua capitalizzazione commerciale arriva a toccare quota 1.4 miliardi di dollari. Il mix di elementi vincenti che abbiamo visto poc'anzi l'ha resa in sostanza una vera protagonista del settore, anche se c'è da dire che questo enorme successo è dovuto a un altro fattore ancora.

Di monete disponibili nel mondo, infatti, non ce ne sono tantissime, per cui anche questo contribuisce in qualche modo a far salire di valore ogni unità di Dash: d'altronde si sa che più un bene è scarso e più il suo valore tende a prendere sempre maggiore quota. Per tutte queste ragioni non ci stupisce il fatto che soltanto fino a qualche mese fa Dash fosse quotata attorno ai 180 dollari, e che oggi questo valore sia aumentato esponenzialmente! Sì, ma allora come si fa ad investire in Dash?

Come investire in Dash Coin

Attualmente è possibile acquistare Dash in modo legale, a zero commissioni e in perfetta sicurezza presso una piattaforma di trading regolamentata. In rete ci sono diversi broker che hanno aperto la propria realtà al mondo delle criptovalute, e che quindi danno modo a chiunque fosse interessato di investire nelle valute digitali che preferisce: eToro e Plus500, per esempio, forniscono questo tipo di servizio.