Perché il valore del Bitcoin è risalito

0
Le motivazioni del rialzo del Bitcoin negli scorsi giorni

Dopo un periodo di stallo e “crisi”, il Bitcoin sembra aver ritrovato la luce. Negli ultimi cinque giorni infatti ha assistito ad un incremento del suo valore di circa il 20% che fa ben sperare i milioni di investitori.

Il primo trimestre di quest’anno in effetti non era andato proprio nel migliore dei modi con un crollo del 52% registrato proprio in questo lasso di tempo. Sono stati diversi i fattori che hanno contribuito a questo calo: in primis ci hanno pensato le regolamentazioni sempre più asfissianti le quali hanno dato un colpo durissimo alle transazioni e in generale alle attività di mining, in più è stato fondamentale il divieto da parte dei social network come Facebook e Twitter di diffondere pubblicità relative la valuta, una mossa che senza dubbio ha avuto dei risultati drastici per Bitcoin.

La ripresa della quotazione Bitcoin

Dopo questo “periodo nero” per Bitcoin e per le criptovalute in generale, nelle ultime 48 ore vi sono stati dei segnali di ripresa. Secondo diversi analisti il valore della criptovaluta potrebbe aumentare anche in relazione all’ingresso nel mercato di grandi investitori.

Sensazionale ad esempio la notizia di qualche giorno fa secondo la quale George Soros, il quale aveva definito il Bitcoin “poco affidabile”, ha dichiarato di voler investire ben 26 miliardi di dollari nella criptovaluta.

Secondo gli esperti investire in Bitcoin in questo momento rappresenterebbe un rischio tutto sommato valido in virtù del possibile risultato a lungo termine. La situazione legata alle tasse per ciò che riguarda in particolare Stati Uniti e Cina infatti dovrebbe andare ad alleggerirsi con il tempo permettendo agli investitori di ottenere plusvalenze importanti.

Nuova flessione del prezzo del BTC

Oggi pomeriggio, alle ore  15:30, il Bitcoin segna quota 7949 dollari, con una variazione percentuale del -4,42% rispetto allo stessa ora di ieri, secondo le medie di CoinMarketCap. Una flessione che fa riscendere la criptovaluta nuovamente sotto quota 8000 dollari e di cui ci apprestiamo a investigarne le cause.